Maturità 2023, come vengono assegnati i crediti scolastici

Sono 470mila gli studenti che frequentano l’ultimo anno delle superiori e per i quali si avvicina la data di inizio dell’esame di maturità 2023. Dalla fine dell’emergenza di Covid-19, l’esame è suddiviso in tre prove, due scritte e una orale. La votazione finale massima è 100/100, ma è compresa anche la lode, ed è ottenuta con la somma dei risultati delle 3 prove dell’esame di stato e dei crediti scolastici che sono stati accumulati nel corso del secondo biennio e dell’ultimo anno. Il voto minimo che deve essere conseguito è di 60/100. Gli studenti possono ottenere un punteggio massimo di 20 per ognuna delle tre prove dell’esame di maturità 2023, mentre sono in tutto 40 i crediti scolastici che possono essere accumulati nel corso degli ultimi tre anni delle superiori. Vediamo quali sono le modalità di attribuzione.

Quanti sono i crediti accumulabili per ogni anno scolastico

I crediti scolastici che vengono attribuiti dipendono dalla media totale dei voti di ogni studente. Durante il terzo anno lo studente può accumulare un massimo di 12 crediti, durante il quarto anno un massimo di 13 crediti e, infine, un massimo di 15 durante il quinto anno, per un totale di 40.

Come vengono assegnati i crediti scolastici

I crediti scolastici sono assegnati in sede di consiglio di classe nel corso dello scrutinio finale e dipendono dalla media totale dei voti degli studenti, ma anche dai percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (Pcto), che si trovano nel curriculum dello studente. Come si legge sulla tabella dedicata sul portale del ministero dell’Istruzione e del merito, a coloro che hanno una media inferiore a 6/10 durante il terzo e quarto anno, non viene assegnato alcun credito, mentre durante il quinto anno, invece, vengono attribuiti tra i 7 e gli 8 crediti. Gli studenti che hanno una media pari a 6/10 ottengono tra i 7 e gli 8 crediti al terzo anno, tra gli 8 e i 9 crediti al quarto anno e tra i 9 e i 10 crediti durante il quinto anno. Una media dei voti compresa tra il 6 e il 7 corrisponde a 8 o 9 crediti durante il terzo anno, a 9 o 10 crediti nel corso del quarto anno e tra i 10 e gli 11 crediti durante l’ultimo anno.

Gli studenti del terzo anno che hanno una media dei voti compresa tra il 7 e l’8 ottengono tra i 9 e i 10 crediti, quelli del quarto anno tra i 10 e gli 11 e quelli del quinto anno tra gli 11 e i 12. Chi alla fine del terzo anno ha una media dei voti compresa tra l’8 e il 9 accumulerà tra i 10 e gli 11 crediti, tra gli 11 e i 12 al quarto anno e tra i 13 e i 14 al quinto. Infine, a coloro che hanno una media compresa tra il 9 e il 10, alla fine del terzo anno vengono assegnati o 11 o 12 crediti, alla fine del quarto anno 12 o 13 crediti e alla fine del quinto anno tra i 14 e i 15 crediti.

Fonte : Wired