The Whale, come ha reagito Brendan Fraser al termine “Brenaissance”?

Siamo nell’era della rinascita di Brendan Fraser, la cosiddetta “Brenaissance”. I numerosi premi e l’infinito apprezzamento per la sua straordinaria interpretazione come protagonista in The Whale non fanno altro che confermarlo: siamo di fronte alla rinascita di una stella.

“Brenaissance”: quale termine potrebbe calzare meglio un tale risveglio della carriera dell’attore hollywoodiano? Un ‘neologismo’ che ha divertito l’attore stesso, che con una sottile ironia ha affermato: “Ogni volta che sento quella parola guardo in alto verso il soffitto. Oh, guarda, c’è Rick O’Connel, o guarda, c’è George Re della Giungla“.

L’attore s’immagina dunque un grandissimo affresco rinascimentale in cui possono scorgersi un Rick O’Connel selvatico, magari su una nuvola in posizione simposiale, e altri iconici personaggi dell’attore. Insomma, una Cappella Sistina con tanti Brendan Fraser in personaggi differenti.

Questo gioco di parole è significativo per comprendere la stagione di rinascita di Brendan Fraser, culminata finora (‘finora’ perché manca il verdetto degli Oscars di quest’anno) con la nomination ai Golden Globes 2023 e la vittoria come miglior attore ai Critics Choice Awards 2023, occasione in cui ha regalato ai suoi fan e al mondo intero un discorso commovente sul ritrovare “la luce” anche nei momenti di maggior buio. Con questa grande ripartenza, il mondo non vede l’ora di sapere cosa serberà il futuro dell’attore e quali altri progetti gli daranno l’occasione di continuare a splendere.

Fonte : Everyeye