Un “Superbonus” della regione Lazio: la proposta di Donatella Bianchi per valorizzare gli immobili

La stagione del Superbonus, avviata durante la scorsa legislatura, si avvia a conclusione. Ma solo a livello nazionale. L’incentivo infatti potrebbe tornare ad essere applicato a livello regionale. Questa, infatti, è l’intenzione che Donatella Bianchi, candidata per il M5s ed il Polo progressista alle elezioni regionali, ha intenzione di mettere in campo.

Un Superbonus regionale

“La Regione Lazio con noi al governo sarà la prima ad introdurre il Superbonus Regione per sostenere la riqualificazione energetica del patrimonio residenziale – ha annunciato la candidata, a margine degli incontri organizzati nella giornata del 25 gennaio a Civitavecchia – Il Lazio potrebbe essere la prima ad aprire un canale parallelo a quello nazionale di incentivi alla ristrutturazione in chiave green dei tanti edifici, pensiamo solo tra Roma e provincia, che scontano basse performance energetiche”.

L’ex presidente del WWF Italia, oggi candidata presidente nella coalizione composta dal M5s e dal Polo progressista, si è detta dispiaciuta del fatto che il Superbonus, a livello naizionale, sia stato “fortemente ridimensionato dal governo Meloni”. Bianchi però, convinta della bontà dello strumento, per “lusinghieri risultati economici e di risparmio energetico” che lo hanno caratterizzato, ha deciso di riproporlo, in chiave regionale.

Come reperire le risorse

Dove prendere in fondi? “Per prima cosa la Regione stessa, che economicamente può contare anche sul contributo fornito dai Fondi europei, può utilizzarne una parte per creare incentivi alla riqualificazione del patrimonio immobiliare del territorio, compreso l’efficientamento energetico e ristrutturazione delle strutture alberghiere” ha spiegato Bianchi.

Inoltre “la Regione può lavorare di concerto con il governo nazionale per fluidificare la circolazione dei crediti fiscali e il credito bancario a beneficio di quelle aziende edilizie che non riescono a vedersi liquidati i crediti stessi” ha suggerito la candidata. Sarebbe un modo per restituire ossigeno a migliaia di imprenditori laziali che, anche a causa dei crediti non corrisposti, versano in condizioni economicamente critiche.

La direttiva sull’efficientamento energetico

“Oggi abbiamo una proposta di direttiva europea sull’efficientamento energetico degli immobili che ci presenta alcune opportunità irrinunciabili. Invece di fare come il Governo di centrodestra, che prima approva nel Consiglio europeo la proposta di direttiva e poi la critica solo per grattare la pancia degli italiani, lanciando allarmi privi di ogni prospettiva – ha commentato Bianchi – il M5S propone soluzioni concrete, a costo zero o contenutissimo per i cittadini. Il Superbonus Regione va in questa direzione”.
 

Fonte : Roma Today