Antonio Banderas ricorda il suo infarto: ‘Tra le cose migliori che mi siano mai capitate’

Il Gatto con gli Stivali 2 affronta in maniera parecchio diretta il tema della morte e delle ultime possibilità: una tematica inevitabilmente cara ad Antonio Banderas, tornato nei panni del personaggio che fece il suo esordio in Shrek 2 a sei anni dall’infarto che lo portò ovviamente a riconsiderare la sua stessa esistenza.

Candidato agli Oscar come Miglior film d’animazione, il nuovo lungometraggio sulle avventure del gatto spadaccino dall’accento spagnolo ha permesso a Banderas di riconnettersi alle emozioni vissute dopo aver temuto che il suo tempo su questa Terra fosse ormai agli sgoccioli.

Beh, io ebbi un infarto sei anni fa. Probabilmente è stata una delle cose migliori che mi siano mai capitate. È stato come mettere gli occhiali e vedere cosa fosse davvero importante. Tornai in Spagna e cominciai a guardare alla mia vita professionale da un altro punto di vista. Quindi mi sento connesso [al film] in maniera molto personale. Penso sia un messaggio stupendo e che sia stato comunicato nella maniera giusta” sono state le parole dell’attore de La Maschera di Zorro.

Il film giusto al momento giusto per Banderas: la speranza è comunque ovviamente che l’esperienza, per quanto formativa, rimanga un episodio isolato per l’attore! Il regista de Il Gatto con gli Stivali, intanto, pensa già a nuovi spin-off ambientati nel mondo di Shrek.

Fonte : Everyeye