Priscilla Presley: Baz Luhrmann vuole assolutamente vedere il film sulla moglie di Elvis

Baz Luhrmann, pluripremiato regista di Moulin Rouge!, Il grande Gatsby ed Elvis, non vede davvero l’ora di vedere Priscilla Presley, il film biografico sull’attrice statunitense che verrà girato da Sofia Coppola.

“Sono molto legato a Sofia” ha affermato il regista a The Hollywood Reporter, “e sono sicuro che nel suo film metterà in luce come Elvis [Presley] e Priscilla rappresentino al meglio la nobiltà statunitense. Non dico che siano stati banditi, ma ora potranno finalmente tornare sulla scena culturale. E non mi riferisco soltanto alla cultura pop, ma all’intera industria americana”.

Ha poi aggiunto che “Elvis ha vissuto gli Stati Uniti degli anni ’50, ’60 e ’70, perciò non sorprende che la sua vita e quella della moglie siano strettamente intessute nella storia americana”. A ciò si aggiungono interessanti dichiarazioni di Presley stessa, come quando confessò di aver sopportato per anni il sosia di suo marito Elvis.

Il film in uscita, scritto e diretto da Sofia Coppola, si basa su Elvis and Me di Priscilla Presley, un libro di memorie pubblicato nel 1985, divenuto un best-seller fin dall’esordio e trasposto in un film per la TV nel 1988 con i celebri Susan Walters e Dale Midkiff. A interpretare la donna sarà Cailee Spaeny, mentre a vestire i panni di Elvis ci penserà Jacob Elordi (già visto nei panni di Nate Jacobs in Euphoria). Al riguardo, Coppola ha le idee molto chiare sull’impronta che intende dare alla diva, come quando ha paragonato Priscilla a Marie Antoinette.

Ricordiamo inoltre come Austin Butler abbia interpretato l’icona del rock ‘n roll nel film del 2022 di Luhrmann stesso, in una performance attoriale che gli è valsa il Golden Globe come miglior attore in un film drammatico e una nomination agli Oscar.

Nell’attesa del film di Coppola, ecco la recensione su Elvis di Baz Luhrmann.

Fonte : Everyeye