Ragazzino di 15 anni spinto contro un treno in corsa per rubargli la felpa: è ricoverato in ospedale

25 Gennaio 2023

È accaduto nella tarda mattinata di oggi sui binari della stazione di Seregno (Monza e Brianza): un 15enne è stato spinto contro un treno in corsa, finendo tra la banchina e le rotaie, perché si era rifiutato di consegnare la sua felpa griffata. L’aggressore, 14 anni, rischia l’accusa di tentato omicidio.

0 CONDIVISIONI

Tutto solo per una felpa. Per questo motivo un ragazzino di 15 anni si trova adesso ricoverato in ospedale, dopo essere stato spinto contro un treno in movimento da un gruppo di coetanei che volevano rapinarlo. Oggetti di valore, denaro? No. Una felpa bianca, firmata Lacoste. 

La rapina e la spinta contro il treno in corsa

È accaduto nella tarda mattinata di oggi, sui binari della stazione di Seregno (Monza e Brianza). L’orario è quello dell’uscita delle scuole, e in stazione c’è il via vai degli studenti per ritornare a casa dopo le lezioni.

Tra loro c’è anche il 15enne, che al momento dell’aggressione si trova come ogni giorno al binario 2, in attesa del treno che lo riporti dai genitori a Lentate sul Seveso. È in compagnia di un amico quando un gruppetto di coetanei, probabilmente capitanato da un 14enne residente a Desio, si fa strada tra la ressa dei ragazzi e punta dritto a lui. O meglio alla sua felpa bianca, firmata Lacoste.

Leggi anche

Due ragazze di 16 anni molestate sul treno a Capodanno: arrestato un giovane

Il 15enne era finito tra la banchina e le rotaie

Togliti la felpa e daccela“, gli intimano. Ma il 15enne si rifiuta. È per questo che viene spinto contro il treno in corsa dal gruppetto. Riporta numerose ferite, ma è vivo per miracolo: durante la colluttazione era precipitato infatti tra la banchina e le rotaie, rischiando di morire. Per una felpa.

Le condizioni del 15enne spinto contro il treno per una felpa

Trasportato in ospedale in codice giallo, il ragazzino al momento si trova ancora ricoverato, ma non è in pericolo di vita. Sul posto sono intervenuti carabinieri e Polfer, che al momento sono sulle tracce dei giovanissimi aggressori fuggiti dopo la spinta contro il treno: rischiano adesso un’accusa per tentato omicidio.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage