Haller rivive i giorni della chemio: “Il mio corpo era rotto dentro, ricordo gli sguardi pietosi”

25 Gennaio 2023

Sebastian Haller è tornato a giocare nel Borussia Dortmund dopo sei mesi difficilissimi di stop a causa della malattia. Cure molto pesanti per il bomber colpito da un tumore ai testicoli.

0 CONDIVISIONI

Sebastian Haller è tornato. L’attaccante classe 1994 ha ritrovato il calcio giocato e il Borussia Dortmund dopo i mesi difficili della malattia. Tornato in Bundesliga nella scorsa estate per sostituire Haaland in giallonero, l’ex di Eintracht, West Ham e Ajax, aveva dovuto fare i conti con una bruttissima sorpresa legata alla scoperta del cancro ai testicoli. Programmi saltati per il francese naturalizzato ivoriano che ha dovuto concentrare tutte le energie nelle cure, mettendo il pallone in secondo piano almeno fino a pochi giorni fa quando ha collezionato la sua prima partita ufficiale al Signal Iduna Park.

Sei mesi dopo dunque riecco Haller in campo, con delle scarpe speciali con una dedica particolare (“Fan**lo il cancro“) nella sfida vinta dal Borussia sull’Augsburg 4-3. Ha ricevuto un’accoglienza speciale il centravanti che si è messo alle spalle un durissimo trattamento che comprendeva cicli di chemioterapia e due operazioni. Sensazioni forti per il bomber che ha voluto poi raccontare la sua esperienza in una commovente intervista a L’Equipe, parlando di quanto sia stato difficile, senza nascondere niente.

La parte più complicata della sua esperienza è stata quella di non lasciarsi prendere dallo sconforto, e cercare di dare forza a sua volta alla famiglia: “Dovevamo rimanere mentalmente forti. Ho chiamato i miei fratelli e mia sorella per dire loro di stare con mia madre stasera perché mia zia, che era anche la sua migliore amica, è morta di cancro a febbraio 2020… C’è ancora un trauma in famiglia e sapevo che l’avrebbe presa molto male” .

Leggi anche

David Beckham costretto a scappare tra i cespugli alla partita di Romeo: era stato accerchiato

Inutile girarci intorno per Haller che ha parlato di quanto la chemioterapia sia stata dura. Quattro cicli in cinque giorni per l’attaccante colpo di mercato del Borussia Dortmund, che si è sentito letteralmente distrutto dentro e fuori: “La chemioterapia ha rotto il mio corpo all’interno, l’operazione all’esterno. Quindi ti riprendi a poco a poco. E dopo la chemio, anche se ti senti abbastanza bravo hai un aspetto molto malato: hai gli occhi infossati, senza capelli, labbra nere… E i primi giorni, a causa del catetere in gola, avevo una voce da bambino, come se avessi preso un raffreddore”.

Questa esperienza però gli ha permesso di acquisire una nuova sensibilità, e di apparire agli occhi degli altri come una persona diversa: “Vuoi far vedere che va tutto bene, ma c’è una specie di sguardo pietoso, non lo so, che ti mostra che tu sei malato. In effetti,! Va bene! Non preoccuparti! (ride) Non è male, le persone sono compassionevoli e lo capisco perché vogliono parlarne. Non capita spesso che un calciatore abbia il cancro“. Fortunatamente il tutto è destinato a restare un brutto ricordo per Haller, che ora spera di recuperare a suon di gol il tempo perduto per lasciare il segno anche al Dortmund.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage