Maxi rissa tra bande sui vagoni del treno: convoglio fermo per oltre 30 minuti

24 Gennaio 2023

È successo sul treno regionale 2631 partito oggi da Milano Centrale alle 16.25 in direzione Verona Porta Nuova. La lite sarebbe scoppiata tra nordafricani, in particolare egiziani e tunisini, divisi in due gruppi diversi.

40 CONDIVISIONI

Una lotta all’ultimo sangue tra bande nemiche. Il tutto tra i vagoni del treno, davanti agli occhi terrorizzati dei passeggeri.

È successo sul treno regionale 2631 partito da Milano Centrale alle 16.25 in direzione Verona Porta Nuova. Pieno pomeriggio, il via vai dei pendolari e dei viaggiatori. Ma è alla stazione di Pioltello, hinterland di Milano, che è iniziato l’incubo.

Appena si sono aperte le porte del convoglio hanno fatto irruzione due giovani, uno di nazionalità marocchina e l’altro tunisina. Che, secondo le testimonianze, avrebbero iniziato a picchiarsi e insultarsi.

Leggi anche

“Beppe Sala si rifiuta di confrontarsi sulla gestione dei fondi del Pnrr”, l’affondo dei sindacati

La faida tra bande nemiche in mezzo ai passeggeri

Una faida che continua tra un vagone e l’altro, coinvolgendo e colpendo anche gli altri passeggeri spaventati. E che non termina neanche una volta fatti scendere dal treno: in quel momento la situazione è degenerata, e si è trasformata in una guerra tra gang di nordafricani: egiziani da una parte e tunisini dall’altra, che durante gli scontri si sono rifugiati sulle carrozze o le hanno utilizzate per nascondersi. 

Il treno è rimasto fermo per tre quarti d’ora

I controllori hanno dovuto aspettare l’arrivo dei carabinieri, che hanno ripristinato la calma sul treno e hanno messo fine al litigio, e quello dell’ambulanza, che ha soccorso proprio i due giovani che si stavano colpendo, entrambi sanguinanti. Solo allora, dopo circa tre quarti d’ora, il treno è ripartito.

40 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage