I locali di Milano che non accettano più contanti: “Solo vantaggi, ci sentiamo più sicuri”

8 Dicembre 2022

Alcuni locali a Milano hanno detto “basta” al contante: accettano solo pagamenti tramite Pos e app. Una scelta che garantisce sicurezza anche ai dipendenti, che non devono più depositare l’incasso di giornata né temere rapine.

0 CONDIVISIONI

Se la soglia oltre la quale il commerciante è obbligato ad accettare il pagamento con bancomat e carte di credito oscilla a seconda del governo in carica, può essere lo stesso commerciante a prendere in mano la situazione. A Milano, ad esempio, ci sono almeno sei locali che hanno detto “basta” al contante: solo Pos e app. Non solo, non sono proprio più attrezzati a ricevere come pagamento moneta sonante o banconota frusciante.

Le pasticcerie Baunilla

Tra questi, il Quotidiano Nazionale cita le quattro pasticcerie Baunilla: a Brera, in piazza Alvar Aalto, corso Garibaldi e corso Italia. A partire dallo scorso settembre, infatti, il proprietario Vittorio Borgia ha deciso di abolire il contante. “Qualche cliente forse lo abbiamo perso”, ammette, “ma di sicuro altri ne abbiamo guadagnati“.

Una decisione quella di Borgia che va in controtendenza con le decisioni prese dal governo a Roma, che ha alzato per i commercianti la soglia dell’obbligo di accettare pagamenti tramite Pos a 60 euro. Una stranezza che non è passata inosservata tra la sua clientela, tanto che qualcuno ha anche chiamato la guardia di finanza per verificare che tutto fosse in ordine. E lo è.

Leggi anche

Quali mostre visitare a Milano a dicembre 2022, il programma del mese

“Per noi il passaggio ha portato solo vantaggi“, afferma Borgia. Evitando ogni tipo di pagamento in contante, infatti, ha del tutto eliminato la tradizionale pratica del dipendente che a orario di chiusura deve ritirare i soldi dalla cassa e depositarli. Uno dei compiti più pericolosi per un’attività commerciale e il suo personale. “Abbiamo subito quattro tentativi di furto, due dei quali andati a segno. Ora, senza soldi in cassa, siamo più tranquilli”, dice Borgia.

E le commissioni? “I costi abbattuti pareggiano la spesa“, conclude il proprietario delle Baunilla: “Esistono soluzioni come l’app Satispay che è gratuita per transazioni sotto i 10 euro, E anche per i pos siamo riusciti a ottenere condizioni accettabili”.

Gli altri locali milanesi che hanno abolito il contante

Non solo pasticcerie, perché c’è anche Base: polo ricreativo in zona Tortona che comprende coworking, bar, spazi di esposizione e musica live. E pure Mare Culturale Urbano che, in zona San Siro, oltre che bar e ristorante è anche un posto dove assistere a spettacoli teatrali.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage