Ciak d’Oro 2022, votazioni al via

Torna il voto per assegnare i Ciak d’Oro 2022 e torna la partnership con Sky TG24. Il primo turno di votazioni è dal 5 al 9 dicembre, al termine del quale le categorie saranno di nuovo messe in gara dal 10 al 15 dicembre, ripartendo da zero, nella votazione che assegnerà i Ciak d’Oro

CIAK D’ORO 2022 – CLICCA QUI PER VOTARE

Non ci sono addetti ai lavori o meglio l’addetto ai lavori è il pubblico, giudice insindacabile del voto per assegnare i ciak d’Oro al Cinema italiano. A partire dal 5 dicembre, è possibile esprimere le preferenze, scegliendo tra i candidati di 8 categorie: il Miglior film, la Migliore regia, il Miglior attore e la Migliore attrice protagonista, il Miglior film della stagione diretto da un esordiente. A queste categorie si sommano la Migliore locandina, la Migliore canzone originale in un film e la Rivelazione cinematografica dell’anno. Quest’ultima vedrà in gara, in categoria unica, attori e attrici. I titoli in gara sono stati selezionati tra quelli usciti dal 1° ottobre 2021 al 31 ottobre 2022.

LA PARTNERSHIP CON SKY TG24

Torna la collaborazione con Sky TG24, la testata diretta da Giuseppe de Bellis, con servizi e approfondimenti quotidiani che arricchiscono il palinsesto.

Sky Tg24 si conferma media partner dei Ciak d’oro, portando la sua grande forza me­diatica a sostegno di uno dei premi più antichi e prestigiosi del cinema italiano.

TUTTI I DETTAGLI SUL NUMERO DI CIAK IN EDICOLA

Si può votare fino a tre volte ogni giorno per ciascuna categoria, potendo indicare ogni volta fino a tre candidati. Nelle categorie Migliore canzone originale in un film e Rivelazione Cinematografica dell’anno i voti possibili per ciascuna delle tre sessioni quotidiane saranno al massimo due per sessione.

Tutti i dettagli sono disponibili sul numero di Ciak in edicola a dicembre.

LE CANDIDATURE DIVISE PER CATEGORIA

Ciak d’Oro per il miglior film

1)    Ariaferma, di Leonardo Di Costanzo

2)   È stata la mano di Dio, di Paolo Sorrentino

3)   Ennio, di Giuseppe Tornatore

4)   Freaks Out, di Gabriele Mainetti

5)   I fratelli De Filippo, di Sergio Rubini

6)   Il colibrì, di Francesca Archibugi

7)   L’immensità, di Emanuele Crialese

8)   La stranezza, di Roberto Andò

9)   Marilyn ha gli occhi neri, di Simone Godano

10)  Rapiniamo il Duce, di Renato De Maria

11)   Siccità, di Paolo Virzì

12)   Ti mangio il cuore, di Pippo Mezzapesa

Miglior_Film

Ciak d’oro per la Migliore Regia

1)    Gianni Amelio (Il signore delle formiche)

2)   Bonifacio Angius (I giganti)

3)   Francesca Archibugi (Il colibrì) 

4)   Pupi Avati (Dante)

5)   Jonas Carpignano (A Chiara)

6)   Leonardo Di Costanzo (Ariaferma)

7)   Paolo Genovese (Supereroi)

8)   Manetti Bros (Diabolik)

9)   Kim Rossi Stuart (Brado) 

10)  Paolo Sorrentino (È stata la mano di Dio) 

11)   Roberta Torre (Le favolose)

12)   Paolo Virzì (Siccità) 

Miglior_Regia

Ciak d’oro per il Migliore attore Protagonista

1)       Stefano Accorsi (Marilyn ha gli occhi neri)

2)      Alessandro Borghi (The Hanging Sun, Supereroi) 

3)      Pietro Castellitto (Rapiniamo il Duce)

4)      Sergio Castellitto (Il materiale emotivo, Dante) 

5)      Giorgio Colangeli (Mindemic)

6)      Gianni Di Gregorio (Astolfo) 

7)      Pierfrancesco Favino (Nostalgia, Corro da te, Il colibrì)

8)      Elio Germano (America Latina) 

9)      Luigi Lo Cascio (Il signore delle formiche)

10)    Valerio Mastandrea (Siccità, Diabolik) 

11)     Silvio Orlando/Toni Servillo (Ariaferma)

12)    Riccardo Scamarcio (L’ombra del giorno, La scuola cattolica, Quasi orfano)

Attore_Protagonista

Ciak d’oro per la Migliore attrice Protagonista

1)      Monica Bellucci (La Befana vien di notte 2, Siccità, The Girl in the Fountain)

2)     Matilda De Angelis (Rapiniamo il Duce)

3)     Susy Del Giudice (I fratelli De Filippo)

4)     Anna Foglietta (Trafficante di virus) 

5)     Masta Gastini (Io sono Vera)

6)     Claudia Gerini (Mancino Naturale) 

7)     Miriam Leone (Diabolik, Corro da te, Marilyn ha gli occhi neri)

8)     Rosa Palasciano (Giulia)  

9)     Benedetta Porcaroli (La scuola cattolica, L’ombra del giorno, Amanda)

10)   Stefania Sandrelli (Astolfo) 

11)    Teresa Saponangelo (È stata la mano di Dio)

12)   Jasmine Trinca (Supereroi)

Attrice_Protagonista

Ciak d’oro per il Miglior Film diretto da un esordiente

1)      Giovanni Basso (Mindemic)

2)     Viviana Calò (Queerido Fidel)

3)     Carolina Cavalli (Amanda)

4)     Francesco Costabile (Una femmina) 

5)     Alessio De Leonardis e Fabrizio Moro (Ghiaccio)

6)     Niccolò Falsetti (Margini)  

7)     Claudia Gerini (Tapirulàn)

8)     Hleb Papou (Il legionario)     

9)     Alessio Rigo De Righi e Matteo Zoppis (Re granchio)

10)   Laura Samani (Piccolo corpo) 

11)    Giulia Steigerwalt (Settembre)

12)   Jasmine Trinca (Marcel!) 

Regista_Esordiente

Ciak d’oro per Miglior rivelazione dell’anno

1)     Elodie  (Ti mangio il cuore)

2)    Ficarra e Picone (La stranezza) 

3)    Leonardo Maltese (Il signore delle formiche)

4)    Swami Rotolo (A Chiara) 

5)    Lina Siciliano (Una femmina)

6)    Filippo Scotti (È stata la mano di Dio)  

Rivelazione

Ciak d’oro per Miglior canzone originale

1)     Manuel Agnelli – La profondità degli abissi (Diabolik)

2)    Fredrika Stahl – Piccolo corpo (Piccolo corpo) 

3)    Francesca Michielin – Nei tuoi occhi (Marilyn ha gli occhi neri)

4)    Fabrizio Moro – Sei tu (Ghiaccio) 

5)    Nicola Piovani – Faccio ‘a polka (I fratelli De Filippo)

6)    Giuliano Taviani e Carmelo Travia – Just you (L’arminuta) 

PER VOTARE E PER APPROFONDIRE

Per votare si può andare su Ciak, ciakmagazine.it; per approfondire si possono seguire gli approfondimenti del canale Sky TG24 e del suo sito Sky TG24.it, dove troverete novità sull’andamento del voto, interviste, anticipazioni ed esclusive.

La sfida è superare gli oltre 185 mila voti validi raccolti lo scorso anno, una valanga che aveva polverizzato il record di trentamila voti validi, stabilito nel 2020.

A GENNAIO I CIAK ALLE CATEGORIE TECNICHE

C’è di più: a gennaio saranno assegnati i Ciak ai migliori interpreti non protagonisti, alle sceneggiature, ai produttori, ai direttori delle fotografie, ai documentari e agli altri protagonisti nelle cosiddette categorie “tecniche”, che saranno giudicati da una giuria composta da 150 giornalisti di spettacolo e critici cinematografici.

Insomma, votare per tributare al Cinema italiano il giusto riconoscimento, nell’anno che sancisce l’uscita dalla pandemia, il ritorno del pubblico in sala e l’uscita di titoli degni della migliore tradizione cinematografica italiana.

Fonte : Sky Tg24