Violenza sessuale: cliente molesta tassista mentre sono fermi nel traffico della Tiburtina

Erano in coda nel traffico nel taxi quando – dal sedile posteriore – il cliente ha cominciato ad importunare l’autista. Dopo aver provato a sbottonargli la camicetta ed aver ricevuto il diniego del tassista, non soddisfatto si è seduto davanti ed ha cercato di aprirgli la patta dei pantaloni,  pretendendo un rapporto sessuale con lo stesso. Al rifiuto del conducente del taxi, lo avrebbe aggredito graffiandolo al petto

A fermare il cliente, un cittadino brasiliano di 40 anni diretto a Tivoli, gli agenti di polizia impegnati in quel momento in un servizio ad alto impatto nei pressi della fermata della metro Rebibbia. I fatti lo scorso 30 novembre sulla via Tiburtina, in zona Casal de’ Pazzi.

In particolare sono stati gli agenti del IV distretto San Basilio ad essere attirati dalle urla di due uomini che stavano litigando a bordo di un taxi. Alla vista degli agenti, il 40enne si è scagliato anche contro di loro colpendoli ripetutamente. L’arresto per violenza sessuale è stato convalidato dall’autorità giudiziaria durante il giudizio per direttissima.
 

Fonte : Roma Today