Elon Musk: “Chip Neuralink impiantato nel cervello umano entro 6 mesi”

La società di neurotecnologia del miliardario sudafricano già proprietario di Tesla e SpaceX ha richiesto all’authority per i farmaci Usa di iniziare a breve la sperimentazione umana del suo dispositivo. Si tratta di un connettore pensato per permettere di interagire con un device esterno tramite la mente. Obiettivo: permettere alle persone disabili di interfacciarsi con dispositivi con cui recuperare la mobilità e la capacità di comunicare

ascolta articolo

Un chip impiantato nel cervello che permetta alla persona di interfacciarsi con un dispositivo elettronico esterno. Per vedere all’opera l’ultima e visionaria invenzione di Elon Musk potrebbe mancare davvero poco. Forse appena sei mesi. Ad annunciarlo è proprio il miliardario sudafricano, che svela di aver richiesto alle autorità americane l’autorizzazione per sperimentare sull’uomo gli ultimi ritrovati della sua società di neurotecnologie Neuralink. Un passo che, tra i possibili sviluppi, promette di aprire la strada al recupero della mobilità e della capacità di comunicare per le persone affette da disabilità. 

I progressi

Elon Musk, da NeuraLink un device per governare computer col cervello

Fondata nel 2016 in Texas, Neuralink si è posta l’obiettivo di arrivare a sviluppare un chip in grado di controllare dispositivi elettronici complessi per consentire a persone affette da paralisi di riacquistare le loro capacità motorie ma anche di sfidare le malattie cerebrali degenerative come il

%s Foto rimanenti

Fonte : Sky Tg24