Soumahoro, tapiro a Boldrini (Pd). Premiò la suocera: miglior imprenditrice

Caso Soumahoro, Boldrini: “Mi sono fidata, non ho verificato”

Il caso Soumahoro coinvolge sempre di più anche il Pd, per gli stretti legami tra i dem e la cooperativa della coop di famiglia Karibu, in cui per stessa ammissione della suocera del deputato di Sinistra Italiana, i migranti non venivano pagati. Striscia la notizia, ha consegnato il Tapiro d’oro a Laura Boldrini che nel 2018, in occasione della decima edizione del MoneyGram Awards per imprenditori immigrati, premiò come migliore imprenditrice straniera Marie Therese Mukamitsindo, suocera di Aboubakar Soumahoro, oggi indagata per truffa aggravata e false fatturazioni.

“Io – ha spiegato la senatrice dem – mi sono limitata a consegnare un premio che era stato deciso da una giuria d’onore di cui io non facevo parte. La giuria era composta dai rappresentanti di MoneyGram, delle associazioni degli artigiani, di Confindustria e delle piccole e medie imprese. Il Tapiro d’oro consegnatelo anche alla giuria del premio”. «Quindi lei non aveva verificato?», chiede l’inviato. «Con una giuria di questo tipo chi non si fida? – risponde la deputata del PD – Penso che avrebbero dovuto fare loro questo lavoro”.

Iscriviti alla newsletter
Fonte : Affari Italiani