Zoe Saldana svela il perchè delle ‘teste’ di Gamora sul set di Guardiani della Galassia!

In una recente intervista al Jimmy Fallon Show, Zoe Saldana ha svelato il perchè sul set di Guardiani della Galassia Vol.3 erano presenti così tanti calchi del suo volto. L’attrice ha raccontato la magia della tecnologia digitale dietro a questo divertente aneddoto.

Come ha insegnato Doctor Strange: In the Multiverse of Madness, nel cinema moderno non è necessario essere presente nella stessa stanza per realizzare scene con personaggi differenti. La tecnologia e il sempre più pervasivo utilizzo della CGI, aiuta nel realizzare interi minuti senza che l’attore o l’attrice siano fisicamente presenti. A confermarlo è stata Zoe Saldana che, intervistata da Jimmy Fallon, ha parlato delle “tante teste di Gamora” presenti sul set de I Guardiani della Galassia Vol.3.

Dopo aver confessato cosa non le mancherà di Gamora, l’attrice ha parlato della “magia del cinema” e di come la tecnologia riesca a rendere tutto molto più semplice. Oltre alla necessità per motivazioni di trucco, molto spesso le “teste” vengono utilizzate per non affollare i set durante le grandi scene, rendendole un sostituto materiale. “Ce ne sono un minimo di quattro” ha rivelato la Saldana. “Sono creati prendendo un calco della mia testa. È così che possono indossare le parrucche e il tipo di protesi aggiuntive per Gamora. A volte si usa solo per metterla sullo sfondo…Un pò come in ‘Dov’è Wally?‘” ha concluso l’attrice.

Zoe Saldana ha raccontato la fine delle riprese di Guardiani della Galassia Vol.3, svelando quanto l’abbia commossa salutare un personaggio che ha interpretato per così tanto tempo. Cosa ne pensate? Raccontatecelo nei commenti!

Fonte : Everyeye