Il turista che ritrova lo smartphone rubato e fa arrestare il ladro

Ha prima chiamato il 112 e poi è andato a cercare i ladri. Così un turista italiano in visita nella Capitale ha permesso ai carabineiri di arrestare un ladro e denunciare il suo complice. Succede all’Esquilino dove i militari della stazione Roma Piazza Danta hanno arrestato  un cittadino libico di 23 anni, senza fissa dimora e con precedenti penali, gravemente indiziato del reato di tentata estorsione ed è stato anche denunciato a piede libero per furto aggravato in concorso, con un 19enne egiziano, senza fissa dimora e già con precedenti.

I militari sono intervenuti su segnalazione della vittima, un turista italiano in vacanza nella Capitale, derubato del cellulare, nei pressi di via Gioberti dai due stranieri, che dopo averlo urtato gli avrebbero sfilato il cellulare dalla tasca posteriore dei pantaloni. Successivamente, la vittima resasi conto del furto è ritornata sul posto al fine di individuarli e farsi riconsegnare il cellulare, ma gli è stata chiesta la somma di 50 euro per la restituzione. 

I militari hanno raggiunto la vittima riuscendo a bloccare i due stranieri e a recuperare anche la refurtiva che, è stata poi riconsegnata al turista. Condotto in caserma, il 23enne è stato arrestato e trattenuto, in attesa del rito direttissimo. L’arresto è stato poi convalidato.

Fonte : Roma Today