Chiudono il cane in un sacco di plastica e lo gettano nel lago

Identificati e denunciati i proprietari del cane trovato senza vita sulle rive del lago Maggiore in località La Sacca. Il cadavere dell’animale, rinvenuto a fine ottobre, era stato prima avvolto in una coperta e poi messo in dei sacchi di plastica con dei sassi all’interno per farlo sprofondare nelle gelide acque del lago.

Il cane era stato in precedenza già notato dagli agenti per lo stato di abbandono in cui versava e curato dai medici veterinari della Asl. Poi il ritrovamento della carcassa che ha fatto scattare subito le indagini. Grazie all’esame necroscopico tossicologico e farmacologico sul corpo del cane si sono potute accertare le cause del decesso: l’animale è stato lasciato morire, non gli sono stati somministrati i farmaci prescritti dal veterinario.

I proprietari del cane, marito e moglie, sono stati denunciati presso la procura della Repubblica di Verbania per la violazione di più articoli del codice penale. Identificati anche gli autori dello smaltimento non autorizzato del cadavere, ai quali sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di 40mila euro. La polizia ha sequestrato anche due altri cani di proprietà della coppia, denunciandoli per maltrattamento ed abbandono.

Fonte : Today