Non sono una signora, le drag queen arrivano in Rai: “Esprimiamo la libertà dei nostri tempi”

24 Novembre 2022

Stefano Coletta, direttore dell’intrattenimento Rai, racconta a “Oggi” il nuovo progetto: “Un meccanismo in cui si ride, si gioca, ci si diverte mettendosi in gioco”. E sulle polemiche: “Mi auguro che ci sia una lettura televisiva di questo programma e non ideologica”.

0 CONDIVISIONI

Non sono una signora, prodotto dalla Rai in collaborazione con Freemantle, porta le drag queen in prima serata su Rai1. Sarà la versione generalista del predecessore Drag race Italia, in onda su Discovery+ ed è stato presentato con orgoglio dal direttore dell’intrattenimento Rai, Stefano Coletta, in una lunga intervista concessa al settimanale “Oggi”. Lo show sarà condotto da Alba Parietti e partirà il 7 dicembre e funziona così: in ogni puntata, cinque personaggi famosi entreranno in incognito nei panni di una drag queen e si sfideranno in una serie di performance.

Le parole di Stefano Coletta

Stefano Coletta rivela i dettagli di Non sono una signora: “È un esperimento a cui teniamo molto perché c’è dentro la favola, il gioco, l’imitazione e la narrazione”. Poi precisa:

Non assegnerei a questo programma un significato rivoluzionario, si tratta di uno show a forte contenuto artistico. Un meccanismo in cui si ride, si gioca, ci si diverte mettendosi in gioco. Non ha nulla a che vedere con il gender o la sessualità ma è un’idea espressiva di libertà dei nostri tempi, perché l’arte della drag queen è diffusa e popolare.

Le polemiche del centrodestra

Stefano Coletta cerca di proteggere il programma da ogni tipo di lettura ideologica. Ovviamente, la possibilità che la politica, soprattutto il centrodestra, possa dire la sua appare più che scontata: “Faccio questo lavoro da 30 anni e ho avuto il privilegio di concentrarmi sempre sul prodotto senza preoccuparmi di eventuali letture ideologiche. Mi auguro che ci sia una lettura televisiva di questo programma”. 

Leggi anche

La morte della madre e il ritorno con Il Paradiso delle Signore, Farnesi: “Il futuro è mia figlia”

Il cast di “Non sono una signora”

“Non sono una signora” sarà condotto da Alba Parietti. In ogni puntata ci sarà un vincitore, giudicato da tre celebri drag queen, che andrà avanti nello show mentre i quattro eliminati finiranno in un panel con Mara Maionchi, Sabrina Salerno, Filippo Magnini e Cristina D’Avena, che dovranno indovinare le vere identità delle drag eliminate. Sui motivi che hanno spinto Stefano Coletta a scegliere Alba Parietti come conduttrice: “L’ho voluta perché ha l’intelligenza e la sensibilità giuste perraccontare senza retorica questo mondo artistico”. 

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage