Appello della Nato: “Subito uno scudo missilistico antiaereo per l’Ucraina”

La Nato continuerà a sostenere l’Ucraina nella sua autodifesa, ma anche nelle azioni militari volte a recuperare il suo territorio oggi controllato dalla Russia. E per prevenire nuovi bombardamenti come quelli di pochi giorni fa a Kiev e in altre città, l’Alleanza è pronta a mettere a disposizione del Paese invaso un sistema di difesa antiaerea. Questi gli sono gli impegni presi dai ministri della Difesa dell’Alleanza atlantica al termine della prima giornata di riunioni al quartier generale della Nato a Bruxelles. 

“La priorità assoluta sarà una maggiore difesa aerea per l’Ucraina”, ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, prima di incontrare i ministri dell’Alleanza. “La Russia sta mobilitando decine di migliaia di nuovi soldati”, ha avvertito, “e sta cercando di annettere illegalmente nuove terre ucraine”. Inoltre, ha ricordato Stoltenberg, “abbiamo assistito agli attacchi indiscriminati contro le città ucraine e abbiamo anche sentito le velate minacce nucleari provenienti da Mosca. Tutto ciò rende questa escalation la più grave da febbraio”, ha sottolineato il numero uno della Nato. Un quadro che, a detta dell’Alleanza atlantica, legittima l’invio di ulteriori armamenti a Kiev, a partire dallo scudo antiaereo.

Il compito di precisare cosa vuole esattamente il governo di Volodymyr Zelensky spetta al generale Mark Milley, capo dello stato maggiore congiunto degli Stati Uniti. “Quello che l’Ucraina sta chiedendo e che noi riteniamo possa essere fornito è un sistema aereo missilistico integrato di difesa che non controlla tutto lo spazio aereo dell’Ucraina ma che è pensato per proteggere obiettivi chiave”, ha spiegato il generale al termine della riunione del Gruppo di contatto Nato per la difesa dell’Ucraina. “Stiamo pensando a un sistema a corto-medio-alto raggio e bassa-media-alta altitudine. Un mix di tutto ciò può negare l’accesso allo spazio aereo ai velivoli e ai missili russi”, ha aggiunto il generale. “Finora gli ucraini sono stati molto efficaci nel respingere la superiorità aerea russa”, ha fatto notare Milley. Di qui “la necessità di aiutarli a sostenere un sistema aereo missilistico integrato”, ha sottolineato il generale.

Bielorussia: “Nato ed Europa vogliono attaccarci”. L’Ue: “Accuse ridicole”

Gli Stati Uniti prevedono che “l’Ucraina continuerà a fare tutto ciò che può durante l’inverno per riprendersi il suo territorio”, ha spiegato il segretario della Difesa Usa, Lloyd J. Austin. “Noi – ha promesso – faremo tutto ciò che possiamo per garantire che gli ucraini abbiano tutto ciò che serve per essere efficaci”. “Prendiamo molto sul serio” le minacce di Vladimir Putin sull’uso di armi nucleari in Ucraina anche se “non ci aspettiamo di assistere a un comportamento di questo tipo da parte di una importante potenza nucleare”, ha aggiunto il responsabile della difesa Usa. Tuttavia “restiamo concentrati sugli indicatori di ogni tipo che Putin possa aver deciso di andare in un’altra direzione”, ha concluso Austin.

Fonte : Today