Ritorno al Futuro, la commovente reunion tra Michael J. Fox e Christopher Lloyd a New York. Guarda il video

Durante l’ultima edizione del New York Comic Con un momento su tutti rimarrà per sempre impresso negli occhi e nei cuori dei fortunati presenti alla convention nella Grande Mela: la reunion tra Michael J. Fox e Christopher Lloyd, i leggendari protagonisti della trilogia di Ritorno al Futuro

I video del commovente abbraccio tra i due ha fatto in pochi minuti il giro del web suscitando nostalgia ed emozioni nel rivedere la storica coppia che ha interpretato Marty McFly ed Emmett “Doc” Brown. Il panel con i due storici attori è stata anche l’occasione per ripercorrere le tappe fondamentale della loro incredibile carriera.

Non conoscevo Michael, volevo solo sentito parlare di lui“, ha detto il grande Christopher Lloyd parlando di Michael J Fox prima delle riprese di Ritorno al Futuro, “C’è stata una chimica immediata nel momento in cui ci siamo incontrati sul set“. L’interprete di Marty McFly ha poi definito il collega come “il re dell’esposizione”: “Nessuno vuole fare un monologo perché è noioso… La cosa strana è che riesci a seguirlo, perché è così bravo in questo, è brillante e divertente… una cosa tipo ‘Devo guardarmi il culo, perché questo ragazzo mi farà saltare fuori dallo schermo’.”

Guarda i video della reunion tra Michael J Fox e Christopher Lloyd al New York Comic Con:

Michael J. Fox è affetto dal morbo di Parkinson, con il quale combatte ormai da oltre 20 anni. L’attore ha sempre parlato in modo molto schietto della sua malattia e dell’impatto che ha avuto sul suo lavoro. Lo ha fatto anche all’interno della sua ultima biografia “No Time Like the Future: An Optimist Considers Mortality” raccontando che sono state le manifestazioni di perdita di memoria e i sintomi di demenza sempre più frequenti ad indurlo, ancora una volta, a prendere la difficile decisione di ritirarsi dalla recitazione.

«C’è un tempo per tutto, e il mio tempo di dedicare una giornata lavorativa di dodici ore a memorizzare sette pagine di dialoghi è oramai dietro di me – scrive Fox – Almeno per ora, entro in un secondo pensionamento. Le cose potrebbero cambiare, perché tutto cambia. Ma se questa è la fine della mia carriera di attore, così sia».

Michael J. Fox aveva parlato per la prima volta in pubblico della sua diagnosi nel 1998, durante la terza stagione della fortunata serie TV Spin City, e aveva annunciato il ritiro dalle scene nel 2000.

In realtà negli anni successivi ha continuato a recitare, sebbene con una minor frequenza. Ha recitato in Scrubs nel 2004, in Boston Legal, Rescue Me, più regolarmente in The Good Wife, in cui ha interpretato il ruolo di Louis Canning per 26 episodi, e ha partecipato nel 2020 a due episodi dello spin-off The Good Fight.

Nonostante i problemi di salute e le enormi difficoltà degli ultimi anni l’attore continua a mostrarsi sorridente al suo pubblico.

Fonte : Virgin Radio