Spari a Monte Mario contro i cinghiali: residenti in strada per salvare gli animali

11 Ottobre 2022

In strada, insieme ai residenti, anche alcuni attivisti della Sfattoria degli Ultimi. “Non ce la facciamo più a vivere in questo modo. Non abbandonateci, ora più che mai dobbiamo lottare”.

163 CONDIVISIONI

Questa sera alcuni residenti di Monte Mario insieme ad attivisti della Sfattoria degli Ultimi sono scesi in strada dopo aver sentito degli spari in via Taverna. Da diversi giorni i guardia parco intervengono nell’area per addormentare gli ungulati e spostarli in un’altra zona, nell’ambito del piano di abbattimento approvato della Regione Lazio per contenere la peste suina africana. La riserva di Monte Mario, infatti, fa parte della zona rossa.

Diverse le persone che si sono spaventate sentendo gli spari, e che sono scese in strada per controllare cosa stesse accadendo e per provare a fermare i guardia parco. Sul posto, gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale e i carabinieri, che hanno ascoltato e identificato alcune persone presenti al presidio, tra cui la responsabile della Sfattoria degli Ultimi, Paola Samaritani. Gli animali, catturati mediante l’uso di gabbie trappola, sono stati portati via alla fine delle operazioni.

“Fateci da cassa di risonanza, dateci la possibilità di aiutarli – ha scritto in una nota social la Sfattoria degli Ultimi – Siamo riuscitə insieme a vincere la prima battaglia per gli animali che vivono con noi in Sfattoria, adesso dateci modo di aiutare gli altri”. È di ieri, infatti, la notizia che il Tar del Lazio ha annullato l’ordine di abbattimento per i 140 animali che vivono nel rifugio.

Leggi anche

Antonella Di Falco morta in un bosco: fatale un malore fulminante in vacanza

“Nemmeno il tempo di essere felici per aver salvato gli animali della Sfattoria che succede questo – commenta Samaritani nel corso della diretta social andata in onda da via Taverna – Non ce la facciamo più a vivere in questo modo. Non abbandonateci, ora più che mai dobbiamo lottare”.

163 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage