A 15 anni muore travolto da un treno: il suo cadavere “dimenticato” per oltre 10 ore sui binari

11 Ottobre 2022

Il corpo senza vita di un ragazzino di 15 anni sarebbe stato dimenticato per almeno 10 ore sui binari della stazione di Torino. La magistratura ha aperto un’inchiesta sui mancati soccorsi.

0 CONDIVISIONI

Il corpo senza vita di un ragazzino di 15 anni è stato “dimenticato” per dieci ore sui binari di una ferrovia torinese. I fatti risalgono al 26 settembre scorso e sono ora al centro di un’inchiesta aperta dalla magistratura.

Il cadavere del minore di origini senegalesi era stato ritrovato intorno alle 18 di quel giorno, ma la prima segnalazione era arrivata alle autorità alle 8.22 della mattina. Nessuno però avrebbe fatto niente, almeno fino alla seconda sollecitazione arrivata in serata. Il giovane, secondo quanto ricostruito anche dall’autopsia effettuata sul cadavere, era deceduto dopo essere stato investito da un treno in corsa. 

A segnalare la presenza del cadavere la mattina del 26 settembre era stato un ricercatore universitario coordinatore dell’Osservatorio sul carcere dell’Associazione Antigone che stava viaggiando su un convoglio in arrivo alla stazione ferroviaria di Porta Nuova. Michele Miravalle, così si chiamava il testimone che aveva visto per primo il 15enne senza vita, aveva allertato le autorità chiedendo un pronto intervento per il recupero della salma ancora sui binari.

Leggi anche

Travolto dal nubifragio mentre torna dallo zoo con la famiglia, bimbo di 5 anni muore annegato

“Il ragazzo era giovane, forse addirittura un minore – aveva scritto quel giorno su Facebook Michele Miravalle che aveva segnalato la presenza del corpo sui binari durante la mattinata -. Qualcuno nel suo Paese sta aspettando una sua telefonata e magari si sta arrabbiando perché non si fa vivo. Ci sarà un amico, una fidanzata o una madre che sa di quel corpo? Le nostre vite si sono incrociate per pochi istanti. La mia vita quotidiana, sempre di corsa e impegnata, e la sua morte. Io non so nulla di te, ma desidero che tu possa riposare in pace”.

Le autorità stanno indagando sul vuoto di 10 ore tra la prima segnalazione e l’effettivo ritrovamento del cadavere. Sarà la magistratura a chiarire le dinamiche dei fatti e ricostruire la rete delle segnalazioni.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage