Roma-Lecce 2-1: Ci pensa ancora Dybala. Cronaca, commento e pagelle della partita

La Roma vince all’Olimpico per due a uno contro il Lecce. La formazione di Mourinho rischia non sfruttando al meglio la superiorità numerica che ha dal primo tempo per l’espulsione di Hjumland e l’iniziale vantaggio vanificando tutto il primo tempo. La squadra romanista però porta a casa i tre punti, meritati, grazie ai suoi due migliori marcatori: Smalling (terzo gol in campionato) e il solito Dybala che si fa male in occasione del calcio di rigore della vittoria. La manovra dei giallorossi di Roma è ancora lenta così come resta il problema dei gol che arrivano col contagocce. Scelta forte di Mourinho che all’intervallo toglie dalla mischia Zaniolo, autore di un’altra prova negativa.

Roma-Lecce, la cronaca

Al sesto la Roma passa in vantaggio con Chris Smalling. L’inglese di testa colpisce, su cross di Pellegrini, sovrastando Gendrey. Al 12esimo Roma vicina al raddoppio con Pellegrini dopo un bell’uno-due con Cristante. Il tiro del capitano romanista esce di poco a lato. Al 22esimo dopo revisione al Var Pronterà espelle Hjumland autore di un brutto fallo su Belotti. Al 28esimo altra chance per Pellegrini che dal limite dell’area non trova la porta. Al 30esimo Banda brucia Mancini in velocità e trova in mezzo Ceesay ma il suo tiro, deviato da Smalling, esce di un soffio. Al 39esimo il Lecce pareggia. Su azione da corner dopo una serie di rimpalli il pallone arriva a Strefezza col destro fulmina Rui Patricio. La reazione della Roma è immediata con Zalewski che rientra sul sinistro e chiama alla parata centrale Falcone. Al 49esimo Dybala realizza un calcio di rigore assegnato per fallo di Askildsen su Abraham. Nel battere il rigore però Dybala si fa male ed è costretto al cambio. Al 54esimo Zalewsi recupera palla in zona alta, scambia con Abraham ma il destro del polacco è respinto in corner da Falcone. Al 72esimo si fa vedere il Lecce col neo entrato Di Francesco ma il suo destro è parato da Rui Patricio. All’85esimo il figlio d’arte mette ancora apprensione alla difesa romanista con un colpo di testa che il portiere romanista blocca. All’88esimo Abraham in tuffo chiama alla grande parata Falcone che devia in angolo. Al 94esimo Shomurodov impegna Falcone che respinge ma sul pallone vagante Abraham non ci arriva per millimetri. 

Tabellino e pagelle

Roma (3-4-2-1): Rui Patricio 6; Mancini 6 (dall’88’ Kumbulla s.v.), Smalling 7, Ibanez 6; Zalewski 6,5, Cristante 5,5, Pellegrini 7, Vina 5,5 (dal 46’ Spinazzola 6); Dybala 7 (dal 50’ Matic 6), Zaniolo 5 (dal 46’ Abraham 6,5); Belotti 6,5 (dal 77′ Shomurodov s.v.). All.: Mourinho 6,5

Lecce (4-3-3): Falcone 6,5; Gendrey 5, Baschirotto 6, Umtiti 5,5, Pezzella 5,5; Askildsen 5 (dal 71’Helgason 5,5), Hjumland 4, Gonzalez 5,5 (dal 46’ Blin 5,5); Strefezza 7 (dal 71’ Di Francesco 6,5), Banda 6,5 (dall’81’ Colombo s.v.), Ceesay 5,5 (dal 90′ Oudin). All.: Baroni 6

Marcatori: 6’ Smalling (R), 49’ Dybala (R); 39’ Strefezza (L)

Ammoniti: Ibanez (R), Mancini (R); Umtiti (L)

Espulsi: Hjumland (L)

Arbitro: Prontera

I top e flop giallorossi

Dybala 7: Altra partita di classe della Joya che trova pure il gol su calcio di rigore. 

Pellegrini 7: Ancora un assist per il capitano della Roma. Insostituibile. 

Smalling 7: Leader difensivo e secondo capocannoniere della Roma. Stagione da gigante. 

Zaniolo 5: Viene sostituito all’intervallo al termine di un’altra prestazione negativa fatta di uno contro tutti. Spreca pure una clamorosa occasione davanti a Falcone facendosi rimontare da un difensore. Sostituito nonostante la squalifica in Europa League.

Fonte : Roma Today