Anthony Rapp testimone nella causa per molestie sessuali conto Kevin Spacey

Kevin Spacey, 63 anni compiuti quest’anno nel pieno disinteresse per la sua carriera, è di nuovo alla sbarra a New York per rispondere alle accuse di molestie sessuali a suo carico.

Tra i tanti che hanno accusato in questi anni l’attore di American Beauty di cattiva condotta sessuale figura anche l’attore Anthony Rapp che, nella recente deposizione ha raccontato di un’infanzia da operaio a Joliet (IL), dove è stato cresciuto esclusivamente dalla madre, un’ infermiera che ha divorziato dal padre quando Rapp aveva solo 2 anni.

Ha poi descritto, con un sorriso nostalgico, il tempo trascorso con i suoi amici “nerd e un po’ strampalati, le loro giornate passate a giocare a Dungeons & Dragons ed, infine, ha raccontato il primo incontro con il teatro avvenuto in seconda media e mai più abbandonato. Le accuse di Rapp, insieme alle altre uscite fuori nel corso degli anni, hanno reso Spacey una delle prime figure più oggetto di attacchi da parte del movimento #MeToo, nonostante il processo legale sia ancora in corso e non vi è una sentenza definitiva.

Particolare importanza giuridica ha avuto la seconda parte della deposizione di Rapp. Dopo la pausa pranzo concessa dalla corte, l’attore ha descritto l’incontro avvenuto con Spacey nel 1986, quando aveva solo 14 anni e le molestie subite in un appartamento di New York. Questo è solo l’ultimo step di una diatriba che va avanti da anni. Dopo aver reso pubbliche le sue accuse nell’ottobre 2017, Rapp ha anche intentato una causa da 40 milioni di dollari presso la Corte distrettuale degli Stati Uniti a Manhattan.

Nonostante tutto Kevin Spacey non ha abbandonato il cinema. L’ attore sarà presente nel thriller Peter Five Eight, diretto da Michael Zaiko Hall.

Fonte : Everyeye