Mercato dei fiori, dopo il crollo arriva il trasferimento: i 120 operatori vanno alla nuova Fiera di Roma

Gli operatori del mercato dei fiori di Roma si preparano a lasciare via Trionfale. Dopo quasi sessant’anni, gli ultimi dei quali caratterizzati da una difficile convivenza con il quartiere, è stata trovata una soluzione alternativa per la loro attività.

Un edificio inagibile

Il crollo che lo scorso martedì 4 ottobre si è verificato all’interno della struttura, ha finito per renderla inagibile. “Da allora i 120 operatori hanno proseguito la loro attività, ma l’hanno svolta su via Bovio. Entrano nel mercato solo con il caschetto protettivo,  una alla volta, per recuperare la merce rimasta all’interno”.  Dalla mezzanotte in poi, nell’area dove in questi giorni si sono trasferiti i banchi, si sono alternate le pattuglie della polizia locale ed “è stata garantita la continuità lavorativa” ha spiegato Jacopo Scatà, l’assessore municipale al commercio.

Il divorzio tra il mercato e Trionfale

Il trasferimento su sede stradale, però, ha i giorni contati. Dal municipio fanno sapere che la prossima settimana, sarà l’ultima. Poi gli operatori lasceranno via Trionfale. “Siamo contenti che finalmente il mercato troverà una sede diversa da quella in cui è rimasto in tutti questi anni perché – ha ricordato Scatà – i rapporti con il quartiere erano diventati complicati”. Lo sono stati per chi, abitandovi, ha dovuto per anni convivere con i rumori d’un mercato all’ingrosso che opera anche in orario notturno. “Ma erano diventati difficili anche per i lavoratori che, per il clima creatosi, non si recavano al mercato con la necessaria serenità” ha spiegato l’assessore.

Il trasferimento alla nuova Fiera di Roma

Dove andranno? “Il mercato dei fiori sarà trasferito dentro la nuova Fiera di Roma” hanno fatto sapere il Campidoglio ed il municipio.   L’assessora alle attività produttive Monica Lucarelli ha avuto un incontro con i vertici del mercato che sono pronti ad essere ospitati un padiglione a Fiumicino. Sarà quella un trasferimento definitivo? Non è detto. I dettagli dell’accordo non sono ancora stati comunicati, ma si lavora per garantire uno spostamento che duri almeno un anno. Poi, secondo quanto auspicato dal presidente della commissione commercio Andrea Alemanni, potrebbero finire al CAR di Guidonia. Ma su questo non c’è certezza e, d’altra parte, la ricerca di una sede alternativa a via Trionfale dura almeno da quattro consiliature.

Il futuro dell’edificio

Di certo, invece, è che l’immobile va ristrutturato. Il progetto preliminare, che prevede una spesa di oltre tre milioni e mezzo di euro,  è stato approvato dalla giunta Gualtieri. Servirà a valorizzare un’immobile, realizzato tra il 1961 ed il 1964, che è vincolato. E che rappresenta un patrimonio. Ma non sarà più a disposizione del mercato dei  fiori.

Fonte : Roma Today