La strada senza più strisce pedonali: i lavori sono finiti ma la segnaletica ancora non c’è

A inizio settembre la giunta comunale ha annunciato l’avvio di una serie di lavori di rifacimento del manto stradale in tutta Roma. Nel quadrante nord-ovest della città hanno interessato e tuttora interessano le zone di Boccea, Casalotti e Casal Selce. In via di Boccea, però, nonostante gli operai delle ditte incaricate da Anas abbiano finito il tratto centrale, quello più popolato e ricco di abitazioni e attività, gli attraversamenti pedonali ancora non sono stati ripristinati. 

I lavori di rifacimento del manto stradale su via Boccea

Il tratto interessato è quello tra piazza Giureconsulti e via Gregorio XI, molto trafficato da auto e moto nelle ore di punta e con importanti flussi di pedoni che vanno e vengono anche dal mercato rionale di via Urbano II, una delle traverse di via Boccea. C’è anche una scuola, la ‘Clementina Perone’ in via Cardinale Oreglia. I lavori per il nuovo manto stradale sono stati eseguiti tra il 13 e il 15 settembre – di notte, come quasi tutti i cantieri in corso in questo periodo a Roma – e da quello che è possibile sapere la stesa dell’asfalto si è conclusa in poco tempo. 

Le strisce pedonali attese da tre settimane

“E’ passato quasi un mese e ancora non è stata ripristinata la segnaletica orizzontale – denuncia Daniele Giannini, consigliere regionale della Lega – per questo oggi (venerdì 7 ottobre, ndr) con alcuni cittadini abbiamo apposto delle strisce bianche di carta per sollecitare l’amministrazione a intervenire”. Anche Marco Giovagnorio, consigliere del XIII municipio nelle fila di Fratelli d’Italia, ha sollevato la questione sicurezza, sollecitando il dipartimento Simu con numerose Pec: “E’ la strada più trafficata e pericolosa del quadrante insieme a via Aurelia – commenta – e non è mai successo in questo territorio che ci volessero 20 giorni e oltre per rifare le strisce pedonali”. Per questo sabato 8 ottobre il coordinamento locale del partito di Giorgia Meloni sarà davanti al mercato di via Urbano II tutto il giorno, con i volontari che si daranno il cambio per far attraversare le persone anziane: “In molti ci hanno chiamati perché hanno paura ad attraversare via Boccea, sono disorientati” spiega Giovagnorio.

manifestazione via boccea

“Potrebbe succedere qualcosa di grave”

Michele Punzi, residente a Montespaccato ma per lavoro spesso in zona Boccea, era in strada la mattina del 7 ottobre: “La situazione è pericolosa – racconta a RomaToday – mercoledì una ragazza è stata investita, per fortuna l’urto è stato lieve e lei ha deciso di tornarsene a casa, ma potrebbe succedere qualcosa di peggio. Parliamo di oltre 1 km di strada, con 4 attraversamenti pedonali ora inesistenti. La gente non sa dove e come attraversare, macchine e motorini fanno la ginkana. Può succedere qualcosa di brutto prima o poi”. 

Dal municipio, il presidente della commissione lavori pubblici Tony Mele (Pd) ha fatto sapere che “il dipartimento Simu è stato allertato nei giorni scorsi in seguito alle segnalazioni dei cittadini”. 

Fonte : Roma Today