Tumori: al via campagna Apeo per promuovere una qualità di vita dignitosa

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

Aiutare le persone colpite da tumore a sentirsi più belle e contrastare gli effetti collaterali della malattia e delle terapie, con consulenze, trattamenti estetici gratuiti presso centri estetici, farmacie e presidi sanitari, e webinar. Questo è l’obiettivo della campagna “Quality of Life 2022- ottobre: mese della Qualità di Vita – Diritto dei Pazienti Oncologici”, lanciata nel mese in corso dall’Associazione professionale di estetica oncologica (Apeo).

Ottobre: mese della qualità della vita

Tumore seno, scoperto un meccanismo di resistenza alle cure

L’edizione 2022 è dedicata in particolare alla pelle e alle unghie. Le terapie contro il cancro, e in particolare quelle oncologiche, spesso possono lasciare dei segni sulla pelle e sulle unghie: gli effetti collaterali principali che si possono manifestare sulla pelle sono secchezza, infiammazioni, disidratazione, fissurazioni arrossamenti ed inspessimenti. È fondamentale proteggere anche la pelle e formare figure professionali in grado di contribuire alla presa in carico del paziente oncologico nella sua totalità. Per questo Apeo eroga corsi di alta formazione in estetica oncologica mirati proprio a questo obiettivo.

L’iniziativa nel dettaglio

“L’iniziativa è dedicata al diritto dei malati di Perdere i capelli, avere un forte rash cutaneo o ritrovarsi unghie incarnite “sono aspetti non secondari: possono influire in modo oggettivo sul decorso della patologia ed è quello che vogliamo far comprendere a malati, caregiver e istituzioni”, ha aggiunto Andreazza.

Eventi in tutta Italia

“Quality of Life 2022” prevede una serie di iniziative in programma nel mese in corso in tutta Italia. È stata, inoltre, lanciata una raccolta firme per portare la tematica all’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni.
“La qualità di vita è fondamentale”, ha commentato Carolina Redaelli, presidente e co-fondatrice di Apeo.
“La qualità di vita durante la malattia è un diritto. Vogliamo sensibilizzare sulla possibilità di poter intervenire, attraverso protocolli validati scientificamente”, ha concluso Loretta Pizio, co-fondatrice di Apeo.

Fonte : Sky Tg24