Twitter ha reso disponibile la funzione ‘modifica tweet’, ma per gli abbonati. Come funziona

Chi ha un abbonamento a Twitter negli Usa potrà da oggi iniziare a modificare i propri tweet. Il social network ha annunciato per i sottoscrittori di Twitter Blue, un servizio con abbonamento mensile disponibile per ora negli Stati Uniti, in Canada, Australia e Nuova Zelanda, vedranno spuntare sotto i propri tweet il tasto ‘edit’, modifica in italiano.

Modifica entro 30 minuti

Da tempo richiesto dagli utenti di Twitter, ma fino allo scorso bocciato senza appello dalla società, il pulsante di modifica consente agli utenti di modificare i propri tweet per un massimo di 30 minuti dopo la pubblicazione. Obiettivo: aiutare gli utenti a chiarire o correggere un errore nel proprio tweet, a correggere un refuso o aggiungere hashtag.

Le modifiche sono registrate e visibili al pubblico per evitare che si possano cambiare messaggi diventati già virali. Inoltre, Twitter ha dichiarato che gli utenti possono modificare i loro tweet solo cinque volte nell’arco di 30 minuti, anche per ridurre l’abuso della funzione.

L’azienda precisato che l’espansione della funzione di modifica dei tweet negli Stati Uniti avverrà in modo “graduale”. Ci vorrà tempo per testare che funzioni. E capire l’uso che si farà dell’opzione. Il rischio è che, appunto, se ne abusi. Che si cambino contenuti diventati virali in maniera tale da distorcere quella porzione di opinione pubblica che su Twitter legge, si informa talvota, o ha accesso ad articoli e video. 

Il rischio di abusi, le contromosse del social

Per questo Twitter al momento ha deciso di dare questa possibilità solo ai propri abbonati Blue. Una fetta ristrettissima di popolazione del social, che però posseggono account verificati, spesso legati a media, grandi aziende o personalità pubbliche note nel mondo.

Non è escluso che Twitter abbia peraltro deciso di usare la funzione in esclusiva su Twitter Blue per aumentare il numero di abbonamenti al servizio. Nei paesi disponibili Blue costa 4,99 dollari al mese e offre l’accesso a una serie di funzioni premium e opzioni di personalizzazione.

Tra queste, lettura delle notizie senza pubblicità, strumenti per modificare l’icona dell’app Twitter  e l’accesso anticipato ad alcune funzioni sperimentali.

Fonte : Repubblica