Schiaffi e maltrattamenti ai bambini della prima elementare, maestra sospesa

Schiaffi, spintoni, strattoni ma anche urla, grida e minacce. Vittime di una maestra elementare alcuni bambini di 5 e 6 anni iscritti lo scorso anno alla prima classe di una scuola primaria di Fiumicino. A far partire le indagini le denunce presentate da tre coppie di genitori dei piccoli alunni che frequentavano lo scorso anno scolastico la stessa classe dove insegnava la maestra.

Svolti le indagini i carabinieri hanno accertato come i comportamenti posti in essere dalla docente – una 63enne – non sono parsi soltanto incisivi e assolutamente sproporzionati nel reprimere le mancanze dei piccoli, aventi tra i 5 e i 6 anni di età, ma erano finalizzati ad abbatterne l’umore ingenerando un clima di forte tensione e paura nell’aula scolastica, spegnendo nei giovanissimi alunni ogni naturale entusiasmo e felicità nel recarsi a scuola.

Concluse le indagini nella mattinata di venerdì 7 ottobre i carabinieri della stazione carabinieri di Torrimpietra, supportati da personale della compagnia di Civitavecchia, hanno dato esecuzione ad una ordinanza applicativa della misura cautelare interdittiva della sospensione dal Pubblico Ufficio ricoperto nei confronti della maestra 63enne gravemente indiziata di aver ripetutamente maltrattato i bambini della classe alla stessa affidata.

La misura cautelare è stata emessa dal tribunale di Civitavecchia dopo una lunga e complessa attività investigativa che ha visto i militari dell’arma ricostruire minuziosamente i fatti oggetto di indagine, tutti accaduti all’interno di una normale scuola primaria di provincia ubicata nel comune di Fiumicino nel corso del precedente anno scolastico 2021/2022. 

Gli episodi cristallizzati dai carabinieri, su coordinamento della procura della Repubblica di Civitavecchia, hanno allora consentito la ricostruzione di un quadro comportamentale e probatorio sufficientemente chiaro, tanto da consentire al giudice per le indagini preliminari l’irrogazione della misura eseguita all’alba di venerdì. 

Fonte : Roma Today