View Conference 2022: com’è il futuro dell’intrattenimento

“Siamo animali sociali, la possibilità di incontrare le persone, di parlare con chi crea quello che guardiamo come spettatori, come ammiratori o professionisti, di farlo in presenza ha un valore importante, soprattutto dopo due anni di pandemia”, a dirlo è Maria Elena Gutierrez, Ceo di View Conference.

Dal 16 al 21 ottobre 2022 torna alle OGR Torino la 23° edizione di View Conference, evento dedicato alle nuove frontiere dell’animazione, effetti visivi, videogiochi e visioni sul futuro del settore digitale che conta 115 incontri, 9 lectio magistralis, 138 speaker, di cui 120 in presenza, 7 premi Oscar e 10 recruiter.

L’arte della narrazione nell’epoca digitale

Encanto, Pinocchio, Red, Lightyear La vera storia di Buzz, Il gatto con gli stivali L’ultimo desiderio… l’elenco degli approfondimenti dedicati da View ai più recenti blockbuster realizzati da importanti studi come Walt Disney Studios, Pixar Animation Studios o Netflix è lungo, il programma completo lo troverete nel sito della manifestazione.

A illustrare le loro opere saranno gli stessi cineasti, a partire dal premio Oscar Robert Zemeckis, in una conversazione virtuale con il supervisore degli effetti visivi Kevin Baillie sul percorso creativo intrapreso per portare sullo schermo il suo Pinocchio. Altri acclamati autori illustreranno l’arte di narrare le forme del digitale, protagonisti come Chris Williams, regista de The Sea Beast, già Premio Oscar per Big Hero6; o Henry Selick, regista di Nightmare Before Christmas, Coraline e la porta magica e Wendell and Wild, pellicola in uscita 21 ottobre 2022.

Tra passato e presente, Il re leone parlerà con la voce del suo regista, Rob Minkoff, che a View presenterà un approfondimento sulla realizzazione, all’epoca innovativa, dell’amatissimo classico Disney del 1994.

In cartellone una variegata offerta di presentazioni che non riguardano solo cinema, ma anche serie televisive come Lost Ollie creata da Shannon Tindle e diretta da Peter Ramsey o la toccante e acclamata antologia di corti animati, targata Netflix, Love, Death + Robots, che sarà rappresentata dal suo produttore Tim Miller. Sul versante videoludico si avrà opportunità di incontrare i creatori del recente successo, in esclusiva per Sony PlayStatio, Horizon Forbidden West, Jan-Bart Van Beek dello studio olandese Guerrilla Games. Risto Jankkila e Sharman Jagadeesan illustreranno invece gli effetti visivi in Real-time utilizzati per Returnal, titolo che nel 2022 si è guadagnato ben quattro Bafta Games Awards.

Anteprime

Tra i momenti salienti della 23° edizione troviamo una serie di anteprime italiane e internazionali con immagini e video inediti, tra queste i primi 20 minuti, in esclusiva, del film d’animazione Disney Strange World Un mondo misterioso, presentato dal suo produttore Roy Conli. Il talk online del premio Oscar Henry Selick che con l’illustratore argentino Pablo Lobato e Suzanne Twining, presenterà il suo nuovo lungometraggio in stop motion, Wendell & Wild, realizzato per Netflix. Nora Twomey parlerà del suo nuovo lungometraggio animato My Father’s Dragon, anch’esso targato Netflix, mentre il produttore esecutivo Kane Lee accompagnerà la prima mondiale della miniserie giapponese in quattro episodi Oni Thunder God’s Tale. Infine il regista Joel Crawford presenterà la pellicola DreamWorks Il Gatto con gli Stivali L’ultimo desiderio, spin-off di Shrek e sequel del divertente Il Gatto con gli Stivali, film di animazione del 2011.

Il futuro e ora

View Conference è anche un palcoscenico sul quale creativi, specialisti tecnologici e leader del settore digitale, possono condividere le proprie esperienze e idee attraverso una serie di panel specialistici. In questa particolare sezione della Conference saranno protagonisti figure come Marc Petit, vicepresidente di Unreal Engine Ecosystem per Epic Games, che terrà un’approfondita conferenza sul Metaverso, coordinando alcuni pionieri della realtà Virtuale che saliranno sul palco per discutere le possibilità offerte dai mondi immersivi, quelli esistenti, quelli che vedremo in futuro.

Il metaverso che sulla carta possiede infinite possibilità, alcune di queste reali e già sfruttate da creativi come Julien Fournié, stilista che ha creato outfit haute couture per il videogioco PUBG Mobile e collaborato con Dassalt Systèmes, Apple, Tencent Giochi e Disney.

Esperti nel campo delle produzioni virtuali esamineranno la convergenza tra il mondo reale e quello digitale nel cinema, mentre l’intelligenza artificiale verrà analizzata a fondo in una serie di dibattiti sul complesso rapporto tra produzione artistica e intelligenza artificiale. Tra questi Scott Eaton parlerà dell’attuale stato dell’arte dell’IA, il suo lavoro esplora i confini della rappresentazione figurativa combinando i mezzi tradizionali con l’apprendimento automatico, i dati e la computer grafica.

Il rapporto tra arte e IA, ci dice Maria Elena Gutierrez, sarà anche oggetto di riflessioni che toccano due temi, sorti di recente ed estremamente sensibili in questo momento: l’etica e la legislazione. View Conference sarà preceduta da ViewFest, Digital Movie Festival, dal 14 al 16 ottobre in cartellone al Cinema Massimo di Torino.

La Conference dà appuntamento in presenza, sempre a Torino, per una settimana ricca di incontri, presentazioni, tavole rotonde e laboratori. Una parte dell’edizione 2022 sarà online, l’evento sarà in lingua inglese.

Fonte : Repubblica