Se avete amato Dahmer non potete non vedere “Conversazioni con un killer” su Netflix

Netflix continua a cavalcare l’onda del fenomeno Dahmer e, poco dopo aver pubblicato la serie di Ryan Murphy sul cannibale di Milwaukee, ha deciso di proporre, ancora una volta e nonostante le polemiche, la sua storia, ma in versione “reale” e cioè sfruttando il genere del documentario. E così Jeffrey Dahmer, che ormai identifichiamo con il volto e la voce di Evan Peters, torna ad assumere le sue sembianze e a riappropriarsi della sua voce per raccontare, in prima persona, la sua agghiacciante storia. In un nuovo episodio, Conversazioni con un killer, la docu-serie true crime realizzata dal regista Joe Berlinger che racconta storie di assassini, torna a parlare di Jeffrey Dahmer, anzi, a farlo parlare in prima persona pubblicando, per la prima volta, la sua versione dei fatti narrata durante gli incontri con i suoi avvocati di difesa appena prima del processo che l’ha poi condannato all’ergastolo fornendo uno spaccato della sua psiche contorta e rispondendo in chiave moderna alle domande rimaste aperte sulla responsabilità della polizia. In questa docu-serie di tre puntate, viene mostrato il vero volto di Jeffrey Dahmer che fa una minuziosa ricostruzione delle sue uccisioni mostrando non solo la freddezza tipica di un serial killer ma anche una insolita consapevolezza dei suoi problemi mentali. Jeffrey Dahmer sa di avere dei disturbi psichici e cerca di analizzarli, raccontando i dettagli delle sue azioni, insieme all’avvocato che lo avrebbe poi difeso in tribunale.

Chi era Jeffrey Dahmer, dagli omicidi al cannibalismo

Dopo aver visto la serie Dahmer, questa docu-serie arriva a pennello su Netflx e dà, alla storia, ormai nota a tutti, una nuova chiave di lettura. Se, finora, eravamo stati espsti a una ricostruzione immaginaria della vicenda, oggi, possiamo ascoltare la voce di Jeffrey Dahmer in persona che ci racconta la sua storia. Il fascino di questo documentario? Un po’ come tutti gli altri parte della saga Conversazioni con un killer, è innegabile. Con testimonianze vere di persone coinvolte nella storia e oggi ancora vive, spezzoni delle registrazioni dello stesso Jeffrey e una ricostruzione dei fatti precisissima, questa serie è in grado di regalare nuovi tasselli all’incredibile storia di Jeffrey Dahmer e fare, da un lato gelare il sangue, dall’altro capire cosa si nascondeva dietro il fragile equilibrio mentale di un uomo che, alla fine dei conti, soffriva di una profonda solitudine. 

Per tutti quelli che hanno amato la serie di Ryan Muprhy e vogliono approcciare la storia di Dahmer da un punto di vista più documentaristico e giornalistico, vedere Conversazioni con un killer, il caso Dahmer è quasi d’obbligo. Precisa, puntuale, spiazzante, questa nuova puntata della docu-serie dedicata agli assassini è in grado di segnare una nuova traccia profonda nei cuori degli spettatori e cercare di dare un senso a una storia agghiacciante e insensata come quella di Jeffrey Dahmer. 

La recensione di Dahmer 

Voto: 7 e mezzo

Qui il trailer di Conversazioni con un killer, il caso Dahmer

[embedded content]

Fonte : Today