Perché i processi a Roma sono bloccati

“Udienze collegiali sospese per sei mesi a partire dal 15 ottobre”: la notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno a Ferragosto, in un periodo in cui la macchina della giustizia era ferma, assopita per la pausa estiva. E dopo qualche giorno in sordina ha prevedibilmente scatenato una bufera di reazioni e polemiche: possibile che uno dei tribunali più grandi d’Italia possa bloccare i processi relativi a reati gravi come l’omicidio, i delitti delitti di criminalità organizzata, rapine ed estorsioni?

Hai una segnalazione da fare al team Dossier? Vuoi denunciare una situazione poco trasparente? Raccontaci la tua esperienza scrivendo a dossier@romatoday.it

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante…

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Fonte : Roma Today