Nel quartiere “libero e ribelle” striscione contro Meloni. Fdi: “Basta odio”

“Meloni. Il Tufello ti disprezza”. E’ questo lo striscione apparso in una delle strade del quartiere popolare del Municipio III che su uno dei suoi murales più noti si definisce “libero e ribelle”. La scritta l’indomani della vittoria elettorale di Fratelli d’Italia che al Tufello, quartiere che fino a qualche anno fa era una roccaforte “rossa”, ha sfiorato il 30% dei consensi. 

Al Tufello striscione contro Giorgia Meloni

Il manifesto in questione è stato strappato ma il messaggio non ha lasciato indifferenti gli esponenti locali di FdI che oggi si sono ritrovati a Piazza Sempione per un flash mob. Da una delle finestre della sede istituzionale sono stati esposti la bandiera del partito e uno striscione con scritto “Basta odio” accompagnato dal tricolore. 

striscione contro meloni-2

Il flash mob di FdI a Piazza Sempione

“In queste ore scritte e adesivi sono apparsi contro Giorgia Meloni nel quartiere Tufello e non solo. Ciò che preoccupa è il fatto che davanti a questi atti intimidatori verso la nostra leader, nè il quasi ex assessore alla Cultura, Christian Raimo, e nè il Presidente del Municipio, Paolo Emilio Marchionne, si sono minimamente interessati di prendere le distanze. Ciò dimostra in maniera incontrovertibile quello che diciamo dall’inizio di questa consiliatura: l’amministrazione Marchionne è fortemente condizionata dai centri sociali” – scrivono in una nota il capogruppo di FdI in Municipio III, Manuel Bartolomeo, e i consiglieri del gruppo Giordana Petrella, Fabrizio Santinelli e Serena Troiani.

“Ci teniamo a sottolineare che Fratelli d’Italia non si farà intimidire da quella che, alla luce dei risultati elettorali, possiamo oramai considerare gesti di una sparuta minoranza. Il partito guidato da Giorgia Meloni, infatti, – sottolineano i consiglieri – rappresenta oramai il primo partito in tutto il Municipio III e soprattutto in quel quartiere, come il Tufello, tenuto sotto scacco dai centri sociali”.

Non possiamo che essere contenti e rincuorati dal fatto che, almeno in Terzo Municipio, gli esponenti  di FdI vogliano prendere le distanze da quella che è sempre stata la politica perseguita a livello nazionale dal loro partito d’appartenenza. Niente più propaganda razziale e discriminatoria verso le categorie più fragili ed indifese, niente più parole o azioni d’odio.  Ci viene da commentare in questo modo: è solo amore se amore sai dare” – così in una nota Roberto Casamento e Nastassja Habdank, consiglieri Pd del III Municipio.

Fonte : Roma Today