Pierce Brosnan, concessa l’ordinanza restrittiva contro la presunta stalker dell’ex 007

Pierce Brosnan ha ottenuto un’ordinanza restrittiva temporanea nei confronti di un suo presunto stalker. Secondo quanto riporta The Blast, i documenti legali mostrano che Brosnan la scorsa settimana aveva avanzato la richiesta contro una donna di 55 anni che, secondo la sua versione, avrebbe perseguitato lui e la sua famiglia.

“Inizialmente aveva detto che stava cercando Dick Van Dyke (ha un suo tatuaggio sul braccio), ma quando ha trovato me e la mia famiglia è rimasta davanti a casa nostra. Mi ha consegnato due biglietti strani, ha detto di aver bisogno di 1.500 dollari per le gomme nuove e mi ha dato un disegno di me che ha fatto” si legge nella denuncia di Brosnan.

L’attore ed ex star di James Bond – tuttavia, a Pierce Brosnan non è piaciuto No Time To Die – avrebbe fatto richiesta alla Corte Superiore di Los Angeles, affermando che la donna sarebbe ‘stata parcheggiata davanti a casa mia perseguitando me, la mia famiglia e i miei ospiti’. La presunta stalker dormirebbe nel veicolo fuori dalla proprietà di Brosnan a Malibu, in California, dall’inizio di settembre.

La donna – che il Los Angeles Times ha identificato con il nome di Michelle Welch Mulready – non avrebbe mai minacciato o fatto alcun danno sinora, secondo la dichiarazione dell’attore, che avrebbe chiamato due volte l’ufficio del sceriffo. Il 28 settembre alla donna è stata notificata l’ordinanza temporanea – durerà sino al 25 ottobre – in base alla quale non può avvicinarsi entro 400 metri dalla casa sulla spiaggia di Brosnan o da qualsiasi luogo di lavoro collegato alla famiglia. Non le è permesso di contattarlo direttamente o indirettamente né chiaramente molestarlo in alcun modo.

Pierce Brosnan non è interessato al nuovo 007, come ha dichiarato lo stesso attore a fine settembre; attualmente è in corso la ricerca dell’erede di Daniel Craig.

Fonte : Everyeye