Il 5 ottobre 1962 usciva “Love Me Do”, il primo successo dei Beatles

Sessant’anni fa veniva pubblicata la prima hit dei Fab Four, una canzone semplice ma irresistibile scritta da un Paul McCartney ancora teenager

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie dal mondo
 

Ormai ci siamo abituati a vedere fior di accademici intenti ad analizzare i Beatles. Il primo però ad approcciarsi ai Fab Four attraverso un vero e proprio studio fu il musicologo Wilfried Mellors, il quale dedicò all’opera della band di Liverpool tutte le sue prime ricerche. Mellors era genuinamente interessato ai Beatles ma non per questo dipinse ai tempi tutti i brani del gruppo come capolavori. In particolare si ricorda quando disse sul primo singolo di John Lennon e soci, Love Me Do, da lui ritenuto un brano pieno di parole “vacue seppur vitalmente asseverative”. 

Il parere dello studioso, che sostanzialmente considerava il brano uscito il 5 ottobre 1962 poco più di una buona “canzonetta”, era stato in realtà condiviso a lungo da molti ascoltatori con grande dispiacere in primis di Paul McCartney. Il cantante era particolarmente legato a quel pezzo, non solo perché era il primo che avesse mai scritto. McCartney considerava Love Me Do un manifesto delle idee dei Beatles, tanto da difenderla ancora a un lustro di distanza dall’uscita, quando la band era già all’apice del successo: “Love Me Do è il nostro più grande messaggio filosofico. La sua verità sta nell’essere incredibilmente semplice”, spiegò Macca. Oggi quella richiesta d’amore così esplicita compie sessant’anni e, a prescindere dai gusti personali, rappresenta l’inizio di un percorso che avrebbe cambiato la storia della musica.

Una canzone d’amore, per farmi ricordare

Paul McCartney compie 79 anni- La fotostoria dell’ex Beatles

Chissà dov’è oggi Iris Caldwell e chissà se sa di essere stata la musa ispiratrice del brano che avrebbe dato il via alla leggenda dei Beatles. Nel 1958 lei era ancora una ragazzina di Liverpool, fidanzata con un sedicenne di nome Paul McCartney. Il sogno di quest’ultimo era fare blues e, nel tempo libero quando non studiava o suonava col suo primo gruppo (i Quarryman), capitava che provasse a scrivere canzoni. Love Me Do nacque così, in una mattinata in cui il giovane Paul aveva marinato la scuola e probabilmente si trovava nella sua abitazione di Forthlin Road a Liverpool. La scrisse per la sua Iris e poi la tenne nel cassetto, finché non trovò qualcun altro cui farla ascoltare: John Lennon.

With a little help from my friend

Beatles, Revolver compie 53 anni. Le canzoni più belle

Lennon non ha mai voluto esagerare sul suo effettivo contributo alla nascita del pezzo. Nel 1980 dirà addirittura: “Love Me Do è una canzone di Paul. Forse ho aiutato qui e là, ma non ci giurerei”. Da parte sua, McCartney invece evidenzierà sempre l’aiuto fondamentale datogli dall’amico, considerandolo a pieno co-autore del brano: “Tutta la canzone è stata co-scritta. Certamente l’idea è partita da me, ma il lavoro è da dividere 50-50. Semplicemente Lennon e McCartney seduti insieme, tutti e due senza un’idea particolarmente brillante”. Ciò che è certo è che senza Lennon Love Me Do non si sarebbe mai arricchita del bridge e del riff d’armonica che caratterizza il pezzo, ispirato a un classico del blues come Hey Baby di Bruce Channel. Leggenda vuole che proprio l’armonica su cui Lennon improvvisò quell’arricchimento strumentale fosse stata rubata dal futuro autore di Imagine nel 1960, in un negozio di Arnhem. Alla faccia dei bravi ragazzi, insomma: la prima hit dei Beatles non sarebbe mai nata senza un piccolo furto e un’assenza ingiustificata da scuola.

Suonala ancora, Paul

Beatles, ritrovata canzone perduta di George Harrison e Ringo Starr

Love Me Do faceva parte del repertorio dei neonati Beatles già durante i loro primi concerti all’estero, ad Amburgo. La creazione di Paul e John spiccava in mezzo a tante cover di grandi pezzi prodotti da artisti americani come Ray Charles o Chuck Berry, garantendo già un buon riscontro di pubblico. La band decise quindi di presentare il brano in occasione della sua prima audizione alla EMI, tenutasi negli studi di Abbey Road il 6 giugno 1962. Quel giorno i Beatles si presentarono ai capi dell’etichetta discografica suonando quattro brani: Besame Mucho, P.S. I Love You, Ask Me Why e  ovviamente Love Me Do.

Siam tre piccoli batteristi

%s Foto rimanenti

Fonte : Sky Tg24