Roma: una settimana preziosa con la “Jewelry Week”

Roma Jewelry Week,

che si avvale del patrocinio del Comune di Roma, del Municipio I Roma Capitale, della Camera di Commercio Italo-americana a New York ed è promosso dall’associazione Incinque Open Art Monti, torna nella Capitale con la

seconda edizione

e con un ricco programma di

attività

, dilatandosi per accogliere nuovi progetti. Scopo dell’evento è valorizzare e diffondere la

cultura del gioiello

contemporaneo, d’autore, d’artista, delle realtà orafe storiche, con la partecipazione di oltre 150 designer internazionali che espongono le loro creazioni. 

La manifestazione, ideata dall’architetto Monica Cecchini, curatrice e direttore del progetto, ha la  consulenza di Barbara Brocchi, creative manager, illustratrice, scrittrice, designer e coordinatrice del dipartimento di design del gioiello IED-Roma, della dott.ssa Bianca Cappello docente, storica e critica del gioiello; con il contributo di Giorgia Zoppolato, di Laura Astrologo Porché, jewelry journalist per il gruppo Celebre Magazine World e dell’artista Emanuele Leonardi.

Protagonisti, ancora una volta, sono i

jewelry designer

provenienti da tutta Italia e dall’estero

,

gli

orafi romani

, gli

atelier del gioiello,

le

gallerie

, le

accademie

, le

scuole

e le

associazioni

. Sono in calendario esposizioni, presentazioni, tour e visite guidate, premiazioni e talk, secondo una nutrita programmazione che anima le dieci giornate della Roma Jewelry Week. Il

tema

del 2022 è

“Grand Tour – I colori del viaggio”,

in omaggio all’epoca del Grand Tour settecentesco. Un nuovo concetto di Grand Tour volto anche a recuperare gli scambi culturali e i rapporti professionali e interpersonali.
L’opening è in programma per venerdì 7 ottobre, alle ore 18.00, con l’inaugurazione, presso la Galleria Incinque Open Art Monti, della mostra “Innovare conservando” della Neo Scuola Romana del gioiello contemporaneo, per la quale il concetto di “innovazione” è inteso come  esperimento di ricerca di linguaggi estetici informali e originali, senza rinunciare alle tradizioni di appartenenza legate all’esaltazione delle tecniche manuali; la curatela è di Claudio Franchi. 

Tra gli appuntamenti del primo weekend della manifestazione segnaliamo:

sabato 8 ottobre,

una performance al MAAM, il “Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz”, luogo in cui l’arte e la cultura si manifestano in tutte le loro forme, ben al di là del concetto di museo tradizionale. Attraverso un’esibizione in cui danza e gioiello dialogano con i visitatori, si vuole rendere ancora più evidente il significato che assume il design contemporaneo. Il

9 ottobre

presso l’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale (ICPI) si svolge una giornata di studi dedicata al disegno del gioiello, a cura della dott.ssa Lucia Ajello. L’evento di punta della RJW è il

Premio Incinque Jewels,

contest giunto alla sua terza edizione che promuove la cultura del Gioiello Contemporaneo, in calendario dal 14 al 16 ottobre nel sito archeologico Auditorium di Mecenate, datato 30 a.C.. L’Auditorium, inoltre, accoglie un’esposizione dedicata al micromosaico filato romano: Tra le tante novità si inserisce la

Jewellery Hall Exhibition,

percorso espositivo delle opere di gioiello contemporaneo nella hall del Bettoja Hotel Mediterraneo, e la Capsule Grand Tour, nelle sale del piano nobile di Palazzo Ferrajoli. La residenza storica del 1500, in Piazza Colonna, ospita anche la mostra dedicata ai disegni di uno tra i primi designer di Bulgari: Giovanni Valli.

Cuore pulsante della RJW continuano a essere i

tour con visite guidate nei Rioni di Roma,

condotte dalle guide abilitate dell’Associazione AGTAR grazie allo sponsor di Domus Artis. I tour aiutano i visitatori a scoprire i segreti artigiani e le meraviglie della Città Eterna e degli atelier orafi, i quali aprono per l’occasione le loro porte ai visitatori per un racconto immersivo tra creatività, manualità e antiche tecniche, tramandate di generazione in generazione. 

La seconda edizione della RJW vanta la partecipazione dell’Università e Nobil Collegio degli Orefici, Gioiellieri, Argentieri dell’Alma Città di Roma e del Console Camerlengo dell’Università e Storico di Arte Orafa Aldo Vitali. All’interno del Sant’Eligio sono in programma conferenze e incontri sui temi legati all’arte orafa e al micromosaico. Tra le scuole, presenti l’Istituto Europeo di Design IED-Roma e Accademia Italiana, scuola di formazione artistica per la moda, il design e la fotografia.  Nell’ottica della collaborazione e della condivisione, sarà presente anche Homi Fashion&Jewels.

Tutte le informazioni sul sito: www.romajewelryweek.com

Fonte : TgCom