Meteo, il caldo è tornato: quanto durerà la nuova ondata

Il mese di ottobre si è aperto con il ritorno dell’alta pressione, che ha portato una nuova ondata di caldo sull’Europa centrale e meridionale, e ha determinato una fase stabile e in gran parte soleggiata dal clima molto mite anche in Italia. Escluse alcuni innocui annuvolamenti, la settimana è iniziata all’insegna del bel tempo su tutto lo Stivale. Qualche nube irregolare è attesa inoltre su Calabria ionica ed isole maggiori, in particolare sulla Sicilia orientale, dove tra l’altro non è escluso qualche isolato piovasco. Proprio a causa della nuvolosità, seppur sterile, le temperature perderanno alcuni gradi nei valori diurni rispetto a lunedì, pur mantenendosi su valori più che gradevoli. 

Meteo, quanto durerà l’ondata di caldo

Ma quanto durerà questa ondata di caldo d’ottobre? Secondo gli esperti di 3bmeteo, nella giornata di domani, mercoledì 5 ottobre, non sono attese molte variazioni, con l’anticiclone che sarà ancora protagonista su gran parte del territorio italiano: “Atteso inoltre qualche annuvolamento sulle isole maggiori, soprattutto in Sicilia dove sarà ancora possibile qualche locale piovasco. Le temperature torneranno ad aumentare, seppur leggermente, mantenendosi su valori decisamente superiori alla norma e diffusamente intorno a 23/25°C di giorno sulle zone interne, anche superiori in Sardegna”.

3bmeteo-5-7-ottobre-2

L’ottobrata seguirà anche nelle giornate di giovedì e venerdì, con le temperature che non subiranno particolari variazioni e si manterranno miti, con punte di 27/28°C su Tavoliere delle Puglie e zone interne delle isole maggiori. Il caldo e le belle giornate dovrebbero resistere almeno fino al prossimo weekend: se non ci saranno colpi di scena, anche sabato e domenica ci saranno condizioni climatiche favorevoli. Sulle Alpi tuttavia la nuvolosità potrebbe cominciare ad intensificarsi per l’abbassamento di latitudine del flusso atlantico, con qualche debole piovasco soprattutto sui rilievi occidentali, oltre che in Sardegna.

Fonte : Today