Il piano per la pace in Ucraina di Elon Musk non è piaciuto a Zelensky

Twitter content

This content can also be viewed on the site it originates from.

Il Cremlino ha già annesso quattro regioni Ucraine, dove si sono tenuti dei cosiddetti referendum – ovviamente svoltisi senza alcuna sorveglianza imparziale e dichiarati illegittimi dalle Nazioni Unite. Nessuna sorpresa: nei territori occupati militarmente, i favorevoli all’annessione hanno raggiunto tra l’ottantasette e il novantanove percento dei voti. La Russia ha anche detto di avere “il diritto” di utilizzare armi nucleari contro chi pone una minaccia al suo territorio, come mossa difensiva.

In precedenza, rapporti tra Musk e governo Ucraino sono stati buoni. Musk, fin dalle prime settimane di guerra, ha offerto connessione satellitare tramite la sua costellazione Starlink ai cittadini ucraini vittime dell’invasione. Per questo motivo, il presidente Zelenskij lo ha invitato a visitare l’Ucraina a conflitto terminato.

Anche l’ambasciatore ucraino in Germania, Andriy Melnyk, ha risposto (diplomaticamente) al miliardario statunitense. Melnyk, quest’estate, è stato al centro di una polemica per aver difeso pubblicamente Stepan Bandera, un leader di destra nazionalista che collaborò con i nazisti, figura ancora estreamente polarizzante nel paese. 

Fonte : Wired