Puliamo il Mondo, i volontari raccolgono oltre 60 tonnellate di rifiuti solo a Roma

Oltre 18 mila volontari in 110 appuntamenti in tutto il Lazio con più di 120 tonnellate te di rifiuti raccolti, più della metà solo nella capitale. E’ il bilancio del  lungo weekend di volontariato “green” organizzato da Legambiente, da venerdì 30 settembre a domenica 2 ottobre.

“Puliamo il Mondo”, un appuntamento fisso ormai da diversi anni, ha portato questo esercito di volontari con la pettorina gialla a tirarsi su le maniche dal centro di Roma fino al suo litorale. Passando dai parchi più belli e noti della città. “Una marea volontari è tornata a invadere Roma e il Lazio, in azione per il bene della collettività – dice Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio – non ci stancheremo mai di ringraziarli uno a uno di cuore, per la fatica fatta e per la grande voglia di costruire insieme un mondo diverso. Quest’anno dal centro di Roma alle spiagge di tutta la costa, nei capoluoghi e nei piccoli paesi del Lazio fino alle pendici del Monte Terminillo o le dune di Capocotta, i circoli, insieme a tante altre associazioni, amministrazioni locali, gruppi di protezione civile, parchi, aziende, sono tornati a dar vita alla più grande azione di volontariato del nostro territorio”.

Il “giallo Legambiente” ha colorato nel fine settimana Roma a viale Gottardo con le associazioni del territorio, le rive del Tevere sotto il ponte della Scienza davanti al Gazometro con i volontari di Ey e la partecipazione di Cristiana Avenali (responsabile contratti di fiume della Regione), il parco “Rosa Raimondi Garibaldi” con il circolo Garbatella” le strade di Monteverde e Trastevere con il circolo “Ilaria Alpi”, il Pincio nel cuore della Capitale, il Parco dell’Insugherata con il circolo “Ecoidea”, Villa Ada con i circoli “Gemme” e “Mondi Possibili”, il sentiero Trilussa, il parchetto dei “Fornaciari” con il comitato “Valle dell’Inferno”, il Campus Bio-Medico University of Rome con Ente Regionale RomaNatura.

Fuori dalla Capitale l’iniziativa è arrivata a Frosinone, Rieti (per la pulizia lungo i sentieri del Terminillo con il circolo “Centro Italia”), lungo la via Francigena, a Stimigliano e a Formia. E poi ancora, a Civita Castellana insieme a Legambiente “Lago di Vico”, a Roviano con il comune e i volontari, a Capocotta sulla spiaggia con “Legambiente Litorale Romano”, a Fiumicino con il circolo e la Croce Rossa locale.

“Questa – conclude Scacchi – è senza alcun dubbio anche la miglior risposta possibile al degrado e alla presenza di rifiuti nella Capitale e in ogni angolo della Regione, contro la quale noi non ci arrenderemo mai”.

Fonte : Roma Today