Viola Nocenzi colora l’autunno con una avvolgente playlist

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

L’autunno è la stagione dell’amore. Della verità. Della ricerca del cuore e dei ricordi. Delle attese vendemmiate. È la mia stagione preferita. A volte sembra di poterli abbracciare davvero quei camini che iniziano a scrivere nel cielo. Che sia un caldo ritrovarsi. Un nuovo inizio di boschi incantati, questo Autunno tra i violini e il vento.

 Questa volta vi guiderò in un viaggio fatto di suggestioni come quadri, riflessioni sparse e altalenanti come questa stagione. Navigando attraverso la musica italiana.
 

1 Francesco de Gregori ” Sempre e per sempre”

Le giornate si stanno accorciando. Non abbastanza per rimanere troppo chiusi dentro un pensiero, ma quel poco che ci fa sentire l’estate e il suo clamore già lontano. Chiudete gli occhi e pensate a quell’amore che per sempre sapete che, indipendentemente da tutto, sarà nel vostro cuore.

2 Eugenio Finardi “Katia”

Camminando tra i colori che cambiano, penso a quanto abbiamo bisogno di pause, di speranza per il futuro. Con in tasca un fazzoletto di stoffa pulito, il senso del nostro punto di partenza. Abbiamo il bisogno urgente di mantenere intatta la fiducia, a dispetto di quanto sembri così distante dai nostri sogni. Perché loro, i sogni, vinceranno. Prima o poi.

3 Sergio Cammariere “La ballerina del carillon”

Il mare in Autunno è tutto uno scivolare di note leggere, sabbia umida, orizzonti puliti. Un uomo da solo, a cavallo cerca di attraversare se stesso e le acque. Siamo sospesi, appesi alla coda delle nuvole. La dolcezza dell’odore del vento e della poesia. Al mare d’autunno puoi scrivere una lettera in una bottiglia di vetro e lasciare che sia. Molto suggestivo il videoclip di questo brano, del regista Cosimo Damiano Damato.

4 Ron ” I gatti “
Avere il coraggio finalmente di cominciare con una visione diversa. Credere ancora in noi stessi. Alle promesse che ci siamo fatti. Siamo tutti così diversi, frastagliati ed ogni volta una sorpresa. Questa vita che “quando meno te lo aspetti come un treno ti attraversa”. Forza, nostalgia, futuro come visione dalla cima più alta di una montagna, dopo aver camminato tanto. Dai tetti come i gatti. “Questo cielo che sembra un quadro di Magritte dipinto sopra i tetti, apri le finestra questa sera puoi sentire che mi manchi”. Siamo tutti extraterrestri.

5 Litfiba “Dimmi il nome”

Fuori dalla bolla dove ci salviamo, la fuori, nonostante tutto, instancabilmente lavorano per vendere tutto. Confondere tutti. Anche in questo Autunno da ogni parte arrivano voci distorte, facce gonfie a proclamare la fine delle stagioni. Provano a rubare anche i prati e il loro incanto. “Combatti il terrore non è la fame ma è l’ignoranza che uccide”. Non fatevi portare via le idee da nessuno in nome di niente. Autunno combattente.

6  Banco del Mutuo Soccorso “Non mi spaventa più l’amore”.

Dal nuovo concept album “Orlando:Le Forme Dell’Amore”. Passione e genio ammantato di forza e voluttuose note. Un tango tra la luna che sfacciata brilla in cielo e la terra nuda. Un vortice d’autunno proprio ora, all’inizio di questa stagione, nelle case e nelle orecchie degli amanti del rock progressivo e della musica bella in tutto il mondo. L’amore ha bisogno di coraggio. Ed ora, qui, l’Amore in tutte le sue forme, non spaventa più. “Con il fiato che brucia in gola…Il mondo sembra una promessa”. Come lo è tutto questo album. Una promessa che migliora la vita. Una promessa ampiamente mantenuta.

7 Raf “Metaforfosi”

Tutto è trasformazione, qualcosa da salvare. Ricomponendo i pensieri possiamo trovare il treno giusto. Veleggiare, vedere, attraverso gli occhi di chi e’ nel passaggio e di chi resta. I colori sono sempre in esplosione. “Ogni giorno è il giorno migliore”. Non esiste il confine tra noi e gli altri. Oscillate come alberi alti nei boschi. Il segreto è non spezzarsi ma ricominciare sempre. Come visi carichi di abbracci.

8 Erica Mou “Dove cadono i fulmini”.

Lasciare orme, impronte permanenti. Li sentite i balconi parlare tra di loro? L’autunno di pioggia, mormorata, di passi verso orizzonti. Antiche leggende raccontano che i fulmini un tempo non erano niente altro che calessi divini. Guardate sempre il cielo, soprattutto in questi mesi, accadono apparizioni, ispirate, musicate….idee come stelle sotto la pioggia. Potrete anche perdervi ma vi ritroverete. Questo è sicuro.

9 Inti Illimani & Giulio Wilson ” Vale la pena”

Stagione di cambiamenti, di ritmi che ballano con il tempo tra le mani. Prospettive di viaggi, di sogni. Linguaggi che si mescolano sotto lo stesso tempo. “Non rimanere anni in attesa vivi, la vita come una sorpresa”. Non mancatevi. Sorprendetevi nella bellezza delle luci e di ciò che vale la pena vivere.

10 Giuseppina Torre ” Rosa tra le rose”

Quando le note sembrano parole, senza bisogno di altro che silenzio per ascoltarle. L’ Autunno, questo cavaliere elegante ha tanto da raccontare. Non perdetevi le sue storie, i suoi cieli, occhi di incanto e di spazi dove essere voi stessi. Un nuovo appuntamento con l’anima, con le speranze ancora in aria, che tutto hanno visto e tutto sanno. Buona stagione magica a tutti.

Fonte : Sky Tg24