Meteo, operativa la nuova stazione meteorologica del Crea al Collegio Romano

Completamente  rinnovata e automatizzata, la stazione meteorologica del Crea al Collegio Romano, posta sulla Torre Calandrelli nel palazzo del Collegio Romano, è la più antica perchè registra i dati meteo dal 1792. Ininterrottamente.

Sopra i palazzi che ospitano anche la sede del ministero della Cultura e del Liceo Visconti, è stata quindi rinnovata e con i nuovi strumenti permettono al Crea (Centro per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria) di monitorare automaticamente e più volte al giorno  la temperatura, la pressione e l’umidità dell’aria, l’andamento delle precipitazioni. Registrandone l’altezza, la direzione e velocità del vento, la radiazione solare e la durata del soleggiamento (l’eliofania).

“L’Italia – spiega Stefano Vaccari, direttore generale Crea – ha una straordinaria tradizione nel campo della meteorologia. Nella sede del Collegio Romano, dove ora è posizionata la nuova stazione meteo, il gesuita Angelo Secchi creò, nel 1855, il primo Servizio sistematico al mondo di previsione e preavviso delle tempeste. Il Crea, con la nuova stazione meteorologica, si conferma  erede della tradizione che da oltre 240 anni guida l’osservazione dei fenomeni meteorologici a Roma”.

Fonte : Roma Today