Lego va sempre meglio

Lego ha chiuso il primo semestre del 2022 con un fatturato in crescita del 17% rispetto allo stesso periodo nel 2021, pari a circa 27 milioni di corone danesi. A rivelarlo è la stessa azienda, che mercoledì 28 settembre ha diffuso i risultati finanziari per il semestre chiuso il 30 giugno. A trainare la crescita è stata principalmente la domanda: le vendite al consumo sono infatti cresciute del 13%, in netto aumento rispetto al resto dell’industria dei giocattoli. Questi risultati – che arrivano tra l’altro nell’anno del novantesimo anniversario dell’azienda – consentono a Lego di accelerare sugli investimenti strategici in programma nei prossimi mesi e di compensare l’inflazione dei costi delle materie prime, dell’energia e dei trasporti.

Abbiamo iniziato bene il 2022 e siamo molto soddisfatti della nostra performance, che è stata superiore alle aspettative dopo un 2021 eccezionale – ha dichiarato l’ad del gruppo Lego Niels. B. Christiansen –. Nonostante le incertezze a livello globale, abbiamo continuato a registrare un aumento delle vendite al consumo e una crescita a due cifre del fatturato, grazie alla forte domanda verso il nostro solido portafoglio e grazie al nostro straordinario team”.

Nella prima metà dell’anno Lego si è concentrata sull’espansione della propria capacità produttiva e sull’aumento dei propri negozi. Sono stati infatti aperti 66 nuovi Lego store – 46 dei quali in Cina – che portano il numero di negozi a livello globale a 833. Per quanto riguarda il portafoglio prodotti, l’azienda definisce la gamma di prodotti offerta come la “più ampia mai realizzata”, adatta “a costruttori di ogni livello ed età”. Sono stati inoltre ampliati i servizi di ecommerce sulle proprie piattaforme online e su quelle dei partner.

Per la seconda metà del 2022, continuiamo a rilevare una forte domanda per i nostri prodotti. A lungo termine ci aspettiamo che la crescita del fatturato si normalizzi a livelli più sostenibili”, ha dichiarato Christiansen. Per i prossimi mesi, i progetti in corso d’opera dell’azienda sono diversi. Ad aprile, è stata annunciata una partnership a lungo termine con Epic Games che vedrà le due aziende collaborare per creare esperienze digitali nel metaverso ispirate ai mattoncini Lego. 

A giugno il gruppo Lego ha aperto un reparto digitale a Copenhagen, ampliando il proprio team digital del 40%. Sono poi in corso progetti per produrre i propri imballaggi con materiali di provenienza sostenibile entro la fine del 2025 e l’apertura di una seconda fabbrica a emissioni zero in Virginia, negli Stati Uniti, oltre a quella già annunciata lo scorso anno per il Vietnam. 

Fonte : Wired