Si fa assumere in negozio ma al primo giorno di lavoro ruba tutto e scappa, commessa arrestata

29 Settembre 2022

Dopo il furto, la ragazza si è infilata nell’auto di un complice. Una fuga durata molto poco la loro visto che entrambi sono stati rintracciati in breve tempo e arrestati.

0 CONDIVISIONI

Il primo giorno di lavoro è sempre qualcosa di particolare per tutti e tra emozione e momenti e apprensione rappresenta sempre un giorno speciale ma quello che è accaduto in un esercizio commerciale pugliese va oltre ogni aspettativa in termini di originalità.

Una ragazza che aveva risposto ad un annuncio di ricerca del personale e che aveva fatto ben impressione ai titolari di un negozio di Ginosa Marina, in provincia di Taranto, infatti si è presentata il giorno dopo essere stata assunta come commessa ma ha pensato e deciso che quello dovesse essere anche il suo ultimo giorno con un gesto eclatante.

La ragazza infatti ha aperto il registratore di cassa e ha intascato tutto il contante che vi era dentro, circa 120 euro in banconote, per poi darsi alla fuga repentinamente.

Leggi anche

La normalità di Daniela e Stefano: “La cosa più difficile è non ascoltare i pregiudizi sulla sindrome di Down”

Una scena surreale di fronte alla quale i gestori del negozio non hanno potuto fare altro che chiamare le forze dell’ordine descrivendo la giovane che ha agito ovviamente a volto scoperto.

Come ricostruito dai carabinieri della Stazione di Marina di Ginosa che hanno svolto le indagini sullo strano caso, la ragazza, una 27enne, aveva un complice, un uomo di 34 anni con precedenti e noto alla polizia che la attendeva in auto poco lontano dal negozio.

Dopo il furto, la ragazza infatti si è infilata nell’auto dell’uomo e i due sono scappati. Una fuga durata molto poco la loro visto che entrambi sono stati rintracciati in breve tempo e arrestati.

I due devono rispondere del reato di furto aggravato danni ai danni di un esercizio pubblico del centro cittadino e, in attesa dell’udienza di convalida, sono stati condotti in carcere. La refurtiva invece è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage