La perdita d’acqua nelle case del Comune è diventata una voragine

Un anno fa era semplicemente una perdita d’acqua, oggi è una voragine. Siamo in via dell’Usignolo, nel cortile delle palazzine ex-Isveur di Torre Maura, periferia est di Roma, sul territorio del Municipio Roma VI delle Torri. “Ormai è diventata una comica, le risposte sono sempre le stesse. C’è lo scaricabarile sulle amministrazioni precedenti e c’è la solita motivazione usata da tutti, ovvero la mancanza di fondi” ha spiegato Monja Ruggeri, consigliera del comitato inquilini ex-Isveur. 

A settembre dello scorso anno, il comitato – portavoce degli inquilini ex-Isveur – ha denunciato il guasto alla tubatura proveniente dalla postazione dei contatori. Durante la primavera di quest’anno, la tubatura è stata parzialmente riparata ma dopo qualche giorno si è verificato nuovamente il guasto. “La perdita ha creato, ormai, una voragine ma nonostante le nostre segnalazioni nessuno interviene” ha aggiunto Ruggeri. La costruzione delle palazzine di Torre Maura risale al 1975 nell’ambito di uno speciale piano casa realizzato con fondi della Comunità europea, gestite all’epoca dall’Istituto per lo sviluppo edilizio urbanistico (Isveur). 

Si tratta di sei palazzine, ciascuna di sette piani e due appartamenti per ogni piano. Nelle case popolari ex Isveur – dove la manutenzione degli immobili scarseggia – vivono 460 famiglie tra via delle Cince, via dell’Usignolo, via delle Alzavole, piazzale delle Paradisee e via dei Codirossoni. Da tempo, gli inquilini chiedono interventi al Comune – poiché gli immobili sono gestiti da Roma Capitale – ma non ottengono riscontro. Nei mesi scorsi anche un sopralluogo da parte dei tecnici e degli amministratori capitolini. Intanto, continuano le infiltrazioni negli appartamenti e negli ultimi giorni è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco a causa del ‘rigonfiamento di una parete’. 
 

perdita-acqua-5

Fonte : Roma Today