Morto Bruno Arena, addio alla star di Zelig e comico dei Fichi d’India

È scomparso a Milano, all’età di 65 anni, Bruno Arena, molto noto per esser stato membro del duo comico dei Fichi d’India. A dare la notizia è stato il figlio Gianluca con una storia su Instagram. Noto per la sua attività sul palco di Zelig insieme al collega Max Cavallari, Arena si era ritirato dalle scene per problemi di salute.

Di origine messinese, Bruno Arena inizia la propria carriera come insegnante di educazione fisica in diversi istituti della provincia di Varese. Si appassiona al mondo dello spettacolo lavorando dapprima come animatore e pertanto in scena i suoi primi spettacoli comici.

Dopo un grave incidente nel 1984 che lo obbliga ad una lunga serie di operazioni chirurgiche e alla parziale perdita della vista da un occhio, Arena prosegue il proprio percorso artistico utilizzando anche le sue caratteristiche fisiche come argomento delle gag.
Nel 1988 conosce Max Cavallari con il quale inizia a lavorare nel cabaret e forma il duo comico Fichi d’India, ispirandosi al paesaggio di una passeggiata a Palinuro durante la quale decisero di creare il sodalizio.

Dopo aver calcato i palcoscenici da nord a sud approdano in tv su Italia 1 nella trasmissione Yogurt nel 1994 e conducono una trasmissione su Radio Deejay con Marco Baldini fino al 1998. La loro carriera si snoda soprattutto in tv, in programmi come La sai l’ultima? e soprattutto Zelig, grazie al quale diventano noti in tutta Italia.
Al cinema partecipano a varie commedie e film natalizi – su Everyeye trovate un approfondimento sulla crisi dei cinepanettoni – come Merry Christmas (2001), Natale sul Nilo (2002), Natale in India (2003), Matrimonio alle Bahamas (2007) e La fidanzata di papà (2008). Recitano insieme nel ruolo del Gatto (Cavallari) e la Volpe (Arena) nello sfortunato Pinocchio di Roberto Benigni e sono protagonisti del loro primo film nel 2001, diretto da Franco Amurri, dal titolo Amici Ahrarara, che riprende il loro famoso tormentone.

Nel 2013 Arena è vittima di un aneurisma che gli provoca un’emorragia cerebrale. L’attore viene operato d’urgenza e inizia un lungo percorso riabilitativo che tuttavia non gli permette di tornare in scena e lo costringe al ritiro.

Sul nostro sito trovate la Flop 5 Cinepanettoni, un genere che ha visto spesso protagonisti anche i Fichi d’India.

Fonte : Everyeye