Oscar 2023, niente russo: la Russia non presenterà alcun candidato per gli Academy Awards

Si scaldano i motori per gli Oscar 2023: dopo i rumor su Napoleon di Apple e l’annuncio di Sr di Netflix, arriva la conferma ufficiale che ai prossimi Academy Awards non ci saranno film russi in gara.

La Russia ha infatti deciso di non presentare un film nella categoria Miglior lungometraggio internazionale alla 95esima Notte degli Oscar. La decisione è stata presa dalla Russian Film Academy e arriva in un momento in cui i legami del paese con l’Occidente si sono deteriorati a causa dell’invasione russa dell’Ucraina. Una dichiarazione ufficiale recita: “Il presidio della Russian Film Academy ha deciso di non nominare nessun film russo per gli Academy Awards 2022“.

Sulla scia dell’annuncio, il presidente del comitato russo di selezione dell’Oscar, Pavel Chukhray, si è dimesso in segno di protesta. Secondo l’agenzia di stampa statale TASS, Chukhray ha definito la decisione “illegale” e ha anche affermato che è stata presa senza nessuna consultazione. Ha detto a TASS: “Non hanno nemmeno ritenuto necessario notificare una tale decisione” e ha aggiunto che anche il regista Nikolai Dostal si dimetterà. Un altro membro del comitato, Alexei Uchitel, ha convocato un incontro con l’Academy, dichiarando: “Secondo me, questa situazione deve essere corretta immediatamente. Mi sembra impossibile prendere una decisione del genere senza i membri del Comitato russo degli Oscar. Bisogna riunirsi immediatamente, discuterne e poi prendere una decisione”.

Dall inizio della guerra in Ucraina, i film russi non hanno visto una grande distribuzione in Occidente, in particolare perché quelli realizzati con finanziamenti statali sono stati esclusi dai principali festival, fatta eccezione per alcuni casi particolare come La moglie di Čajkovskij, diretto dal dissidente russo Kirill Serebrennikov e selezionato in concorso a Cannes. Secondo i rapporti, quest’anno c’era una lunga lista di 122 film russi che avrebbero potuto essere presentati agli Oscar.

Nell’ultimo decennio, la Russia è arrivata nelle short list degli Oscar con cinque film ottenendo un totale di due nomination all’Oscar per il miglior film straniero/internazionale. L’ultima statuetta vinta risale a Burnt By the Sun di Nikita Mikhalkov, del 1994. Secondo quanto riferito, Mikhalkov avrebbe affermato che non ha alcun senso” per la Russia selezionare un film quest’anno che debba andare a rappresentare il paese “in una nazione che attualmente nega l’esistenza della Russia“.

Ricordiamo che gli Oscar 2023 si terranno il 12 marzo del prossimo anno. Le nomination saranno annunciate il 24 gennaio.

Fonte : Everyeye