L’ex moglie ritira la denuncia, l’uomo torna alla carica e ricomincia a perseguitarla

Non voleva infierire nei confronti dell’ex marito, fiduciosa che il suo vecchio compagno di vita potesse smettere di perseguitarla. Il lupo però, perde il pelo ma non il vizio, con l’uomo che per mesi ha continuato a renderle la vita impossibile. Inevitabile una nuova denuncia ai carabinieri con i militari della stazione di Nettuno che hanno notificato all’uomo, un italiano di 53 anni, un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare e contestuale divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa e dai familiari.

Il provvedimento nasce dalla denuncia presentata dalla ex moglie, lo scorso mese di maggio, presso la stazione carabinieri del comune del litorale laziale. Nell’atto la donna denuncia che l’uomo, a decorrere dal mese di febbraio 2022, si era reso responsabile di numerosi atti persecutori nei suoi confronti. L’autorità giudiziaria dopo la denuncia aveva già emesso questa misura che però perdeva efficacia a seguito di istanza presentata dal difensore della ex moglie, la quale voleva evitare di infierire nei confronti dell’ex marito, nella speranza che cessasse le sue condotte illecite. 

Purtroppo la donna è stata costretta presentare nuove denunce in cui segnalava che i comportamenti dell’ex marito sono perdurati e così l’autorità giudiziaria ha disposto nuovamente la stessa misura cautelare personale.

Inoltre, è stato applicato anche il dispositivo elettronico (il cosidetto braccialetto elettronico), al fine di controllarne gli spostamenti e verificare che l’uomo si tenga ad una distanza di almeno 300 metri dai luoghi frequentati dalla persona offesa.

Fonte : Roma Today