TikTok, non mi piace: è arrivata la funzione tanto attesa

TikTok, non mi piace: i voti negativi non saranno visibili al pubblico e il creatore del post non riceverà una notifica ad ogni clic

Da anni si discute dell’introduzione del tasto “non mi piace” su social network come Facebook e Instagram. Il problema nasce dal timore che la funzione possa favorire un atteggiamento ancora più critico da parte degli utenti. I social in passato sono già stati accusati di essere portatori di malessere psicologico e di presentare una realtà fittizia che nelle persone più sensibili causa una percezione negativa di se stessi, che nei casi particolarmente gravi può arrivare alla depressione. E’ per questo motivo che di default viene nascosto al pubblico il computo di “like” ricevuti su Instagram.

TikTok invece non sembra non essere interessato al problema e infatti ha lanciato il tasto “non mi piace” nei commenti. Bisogna comunque sottolineare che l’app ha preso le sue precauzioni.

TikTok, non mi piace: come funziona

“Abbiamo creato un nuovo modo per ascoltare il feedback direttamente dalla nostra community. Ciò ci consente di identificare meglio i commenti irrilevanti o inappropriati, per promuovere interazioni autentiche”, afferma TikTok descrivendo la nuova funzione. Il tasto è stato sperimentato a partite da aprile per essere rilasciato ufficialmente nelle ultime ore.

Il “non mi piace” non potrà comunque essere visto dagli altri utenti e chi ha pubblicato il post non riceverà nemmeno una notifica. Lo scopo sarebbe quello di fornire ai moderatori uno strumento per capire se un commento sta rispettando le linee guida del social in casi come incitamento all’odio e al razzismo, spam e trolling. Resta comunque la modalità standard per segnalare un post o un commento.

Anche YouTube ha introdotto da tempo il “non mi piace” ma i clic restano privati. Lo stesso starebbe sperimentando Twitter per i commenti ma non per i tweet. Il più trasparente è sicuramente Reddit che mostra i conteggi di voti positivi e negativi a tutta la community.

Iscriviti alla newsletter
Fonte : Affari Italiani