Bonus bolletta dell’acqua in Campania, come funziona il blocco del costo e chi lo avrà

23 Settembre 2022

La Regione Campania ha annunciato il blocco del costo della bolletta dell’acqua. Il contributo sarà avviato nell’autunno 2022 ed è destinato ai gestori idrici e di conseguenza agli utenti finali.

0 CONDIVISIONI

Arriva il bonus sulla bolletta dell’acqua in Campania contro il caro energia. Il contributo è finanziato dalla Regione Campania per 23 milioni di euro ed è destinato ai gestori degli impianti di depurazione che avranno coperti gli aumenti dei costi energetici del servizio idrico. A beneficiarne saranno però anche tutte le famiglie di utenti del servizio idrico integrato regionale. In pratica, Palazzo Santa Lucia si farà carico alla radice dell’aumento dei costi della depurazione, a causa del caro energia, che si sarebbero scaricati sulle famiglie. Si tratta a tutti gli effetti di un blocco delle bollette dell’acqua. Il contributo regionale andrà a coprire parzialmente “gli extracosti straordinari correlati ai costi energetici del servizio idrico in assenza del quale l’extracosto si ribalterebbe, nell’immediato, interamente sulle tariffe e quindi sui cittadini serviti”. La misura prenderà avvio dall’autunno 2022, come annunciato dal Governatore Vincenzo De Luca.

La Regione: “Aumenti bloccati sull’acqua”

La misura, spiega la Regione Campania, è finalizzata a mitigare gli effetti dell’incremento generalizzato nei costi di gestione del servizio idrico integrato, dovuto da un lato, ai maggiori oneri derivanti dall’attuazione del piano di adeguamento del sistema regionale alle direttive europee e nazionali in materia di depurazione delle acque reflue; dall’altro, alle maggiori spese energetiche sostenute per la gestione degli impianti depurativi. L’intervento si configura come una misura indiretta, una tantum. L’obiettivo è calmierare “l’incremento dei costi a carico delle famiglie più vulnerabili connessi alle attività di depurazione”.

Le tariffe dell’acqua in Campania

Quali sono al momento le tariffe dell’acqua in Campania? Per quanto riguarda l’acquedotto di Napoli, Abc, con deliberazione ARERA 639/2021/R/IDR del 30 dicembre 2021, la componente UI3 è stata fissata nella misura di 1,79 centesimi di euro al metro cubo a far data dal 1° gennaio 2022. Al momento, quindi, da quanto apprende Fanpage.it da fonti dell’Abc, la tariffa dell’acqua a Napoli non dovrebbe aumentare.

Leggi anche

Elezioni 2022, Monica Maisto (Forza Italia): “Bloccare subito i prezzi di bollette e pane”

Per quanto riguarda la Gori, invece, “l’articolazione tariffaria applicata è quella definita con delibera commissariale n.40 del 17/07/2018. Le tariffe applicate, a partire dal 01/01/2022, sono state adeguate in adempimento alla deliberazione n. 35 del 12 agosto 2021 del Comitato Esecutivo dell’Ente Idrico Campano, con la quale è stato approvato lo “Schema Regolatorio 2020-2023” per il gestore GORI S.p.A.”.

Fondi per la manutenzione degli acquedotti

La Regione ha anche stanziato 30 milioni di euro per finanziare la manutenzione degli acquedotti e ridurre le perdite e gli sprechi. È prevista l’attuazione di due linee di intervento principali. Con la prima, si intende intervenire direttamente sulle infrastrutture di captazione e adduzione, con interventi di manutenzione straordinaria tesi a migliorarne le prestazioni di esercizio. La seconda linea prevede l’attivazione di una misura indiretta, una tantum, finalizzata al contenimento degli attuali costi di gestione del sistema di impianti e reti, ulteriormente aggravati dagli effetti dell’attuale crisi energetica, che rischiano di tradursi nei prossimi anni in un incremento delle tariffe applicate agli utenti finali del servizio di distribuzione idrica (famiglie). La finalità è quella di evitare che gli investimenti sostenuti per l’innalzamento degli standard specifici di performance, unitamente all’impennata dei costi energetici, si traduca in un aggravio per le famiglie campane, già messe duramente alla prova da un’inflazione galoppante e dalla crisi nelle forniture. Anche questa misura partirà nell’autunno 2022.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage