In Ucraina stanno spuntando operatori telefonici russi

Le nuove società russe dichiarano di offrire servizi cellulari 2G e 4G nelle regioni. Secondo Cathal Mc Daid, responsabile tecnologico dell’azienda di sicurezza mobile Enea AdaptiveMobile Security, che sta svolgendo ricerche su queste aziende, l’approccio è sensato. Il 2G garantirà un’ampia copertura per le chiamate, mentre il 4G, dove disponibile, permetterà alle persone di utilizzare i dati per connettersi a internet.

Secondo Mc Daid, la presenza della società è un’indicazione del fatto che le forze russe prevedono di occupare le aree per diverso di tempo.Nelle aree contese, in genere non arrivano due o tre nuovi operatori – dice Mc Daid –. Direi anche che questo è un segnale del fatto che si aspettano di rimanere per un po’“. Mc Daid aggiunge che le reti potrebbero anche essere state create per essere utilizzate dalle truppe russe.

Da quando sono comparse in Ucraina all’inizio di quest’anno, le società affermano di aver ampliato i loro servizi. I loro siti web elencano decine di luoghi, negozi compresi, dove le persone possono acquistare schede sim e accesso a internet. In un post pubblicato online, 7Telecom dice di cercare un responsabile delle assunzioni, un amministratore, un responsabile delle vendite e uno specialista informatico per la regione di Kherson.

Reale estensione e legami con la Crimea

Non è chiaro quanto vengano utilizzate le reti russe. Non è possibile verificare l’attendibilità delle mappe in cui vengono mostrate le aree che ricevono il segnale dei telefoni cellulari, né tantomeno le affermazioni da parte dei media russi secondo cui 7Telecom avrebbe più di 100mila abbonati. MirTelecom e un account Gmail collegato all’assunzione di personale da parte di 7Telecom a Kherson non hanno risposto alla richiesta di commento di Wired UK. Online sono circolati sporadicamente alcuni post in cui si vedono manifesti o volantini pubblicitari delle società, ma non è chiaro quanto siano diffusi. 7Telecom è la più presente sui social media, con circa 8600 follower su VKontakte, la versione russa di Facebook. Ci sono anche canali Telegram non ufficiali relativi a entrambe le società, collegati a un’azienda che permette di ricaricare le carte sim, che però hanno solo poche decine di iscritti (e dove sono comunque arrivate lamentele per la scarsa connessione).

Fonte : Wired