Von der Leyen: “Cessate il fuoco? Se Kiev non combatte non ci sarà più Ucraina”

“So che alcune persone chiedono la fine dei combattimenti, ma devo dire che la realtà è questa: se la Russia smette di combattere, la guerra è finita, se l’Ucraina smette di combattere, non ci sarà più l’Ucraina”. Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, in un discorso pronunciato all’università di Princeton, nel New Jersey, a margine dell’Assemblea generale dell’Onu.

“C’è molto in gioco, non solo per l’Europa, ma per tutta la comunità internazionale e per la stessa democrazia – ha aggiunto von der Leyen – La Russia ha invaso l’Ucraina con l’obiettivo di cancellare l’Ucraina dalle carte geografiche. E’ l’autocrazia contro la democrazia: stare dalla parte della pace e del rispetto dell’ordine multilaterale oggi significa stare con il popolo ucraino”.

La presidente della Commissione ha anche difeso l’efficacia delle sanzioni contro Mosca: “Si può dire ciò che vuole, ma l’industria russa è a pezzi. Stanno cannabilizzando frigoriferi e lavastoviglie per riparare i mezzi militari perché non hanno più semiconduttori. Il Cremlino ha messo l’economia russa sulla strada dell’oblio”, ha evidenziato la leader Ue. “E voglio essere molto chiara, le sanzioni sono qui per restare. Questo è il momento per noi di mostrare determinazione, non della pacificazione”, ha assicurato von der Leyen, rispondendo indirettamente alle pressioni del premier ungherese Viktor Orban, che vorrebbe uno stop alle sanzioni entro la fine dell’anno. “Lo stesso vale per il nostro sostegno finanziario all’Ucraina. Finora gli europei hanno fornito più di 19 miliardi di euro in assistenza finanziaria. E questo senza contare il nostro supporto militare”, ha sottolineato von der Leyen. 

Fonte : Today